• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Tanganika da 5 stelle Michelin

Il carbone fisso nel filtro non serve! Si usa solo temporaneamente per togliere delle sostanze chimiche presenti in vasca, tipicamente medicine, una volta esaurito il loro effetto, (e a pesci guariti, ovviamente).
 
Ciao Stefano. Ti prego, dammi del tu, innanzitutto perché mi fai sentire più vecchio di quel che sono , poi quando si condivide una passione c'è una regola non scritta ma che è fondamentale: siamo tutti uguali, non ci sono più medici o operai ma viene abbattuto ogni muro divisorio, si è tutti sullo stesso piano condividendo le proprie esperienze, e chi ne ha qualcuna di più cerca di condividerla fraternamente. Così almeno dovrebbe essere.... e se alle volte non lo è non ci si fa caso e si va avanti!
Per il carbone: nelle spugne non ce n'è molto, ma essendo un materiale adsorbente, assorbe le sostanze chimiche dall'acquario (in particolare medicinali) ma dopo un po' lentamente le rilascia.
Dopo un trattamento io ho sempre usato i classici sacchettini di carbone attivo, li tenevo un paio di giorni e poi classico cambio d'acqua e gettavo il carbone. Ora è un po' che non mi capita di usarlo, ma se serve faccio così.
Agli helianthus crea una tana bella profonda così che diventi il loro sito riproduttivo fisso. A breve comincerai a vedere le virgolette nuotare all'imboccatura.
Ti auguro una buona giornata
Ciao ciao. Marco
 
Buonasera a tutti allora Roberto volevo chiederti per capire nel filtro juwel arrivano comprese due spugne blu due verdi l ovatta è una spugna marroncina che credo sia il carbone. Tanté che quando sono andato al negozio mi ha fatto comprare tutte le spugne compreso quella marrone dove c’è scritto carbon e mi ha detto di cambiare 2/3 spugne ogni mese a rotazione. Ricapitolando se ho capito bene ciò che mi dite devo levare quella marrone che non serve e non cambiare nessuna spugna salvo se strettamente necessario devo soltanto cambiare l ovatta ogni tanto quando proprio non ne può più. Giusto? Scusate se ancora non ho ben chiaro tutto.buonasera Marco e grazie per la confidenza ok proverò a darti del tu, a volte non mi viene naturale sono stato abituato così. Volevo chiederti Marco mi sono accorto che come dici tu gli helliantus stanno cercando di infilarsi nelle insenature dello sfondo oppure provano a scavare sotto quelle pietre stesso materiale dello sfondo ma senza creare niente di concreto. Come potrei creargli una tana profonda? Non ho proprio idea di come potrei realizzarla cercando di creagli ciò di ciò di cui hanno bisogno. Sarebbe uno spettacolo enorme per noi se si riproducessero. Non so spiegami come potrei realizzarla così ci provo e poi ti mando qualche foto per vedere se può andare bene. Grazie ragazzi e buona cena a tutti!
 
Purtroppo non conosco i filtri Juwel. Assicurati che quella spugna marrone sia davvero carbone. Sono un po' perplesso. Se è carbone, usala solo per qualche giorno, per eliminare prodotti chimici. I filtri, in genere, meno li tocchi meglio è. Se li lavi spesso elimini gran parte degli indispensabili batteri. I miei esterni, per esempio, io li pulisco una volta l'anno! A rotazione! E solo se mi accorgo che si sta riducendo la portata. Infine l'ovatta, o più probabilmente lana di perlon, io non la userei. Si intasa troppo facilmente e ti costringe a pulire troppo spesso il filtro. Usa solo spugne e semmai, in fondo, cannolicchi...
 
Buongiorno a tutti e Auguri di buona pasqua fatta,
volevo aggiornarvi sulle situazioni del mio acquario:
Per adesso sembrerebbe che i pesci sono tutti in salute, crescono bene e stanno acquistando dei bei colori, in particolare uno dei tricolor si sta colorando veramente tanto, hanno cominciato a fare il "salto di qualità" da quando gli sto dando il vivo come mangiare.
Settimana scorsa avevo un pò i valori dell'acqua sballati kh basso e gh alto e troppe alghe con acqua stagnante. Procedo alla manutenzione dell'acquario pulendo tutto i vetri e levando quelle alghe sulla sabbia che non mi piacevano per niente. Cambio circa 60 lt d'acqua e aggiungo prodotti.
Ad oggi la situazione è che sul fondo sopra la sabbia ho uno strato intero di roba verde fluorescente quasi da tutte le parti, cosa potrebbe essere questa cosa e come rimediare?
I valori dell'acqua sono i seguenti:
PH = 8
KH = 5
GH =18
No2 = 0
Non so come mai questa differenza tra kh e gh non so come mai il kh è così basso non so cosa possa essere successo all'acquario. Per adesso i pesci sembrano in salute ma ho paura che possano risentirne di questi valori.
Grazie a tutti e Buona giornata
 
Volevo precisare che sullo sfondo e sulle rocce si è creato un intera distesa di alghe verdi che oltre ad essere bella ad impatto visivo a quanto ho letto è ottimale per l'habitat dei miei ciclidi. Quella che mi fa rimanere perplesso è quella verde fluorescente nata sulla sabbia. e poi questi valori di kh e gh ormai fuori controllo, credevo che con un cambio d'acqua avrei migliorato la situazione, ma cambiando 60 lt è rimasta cosi!
 

livleo

Presidente AIC
Membro dello Staff
Quando ci sono le alghe sul fondo (anch'io temo che siano cianobatteri) c'è qualche problema di filtraggio.
La patina di alghe sul fondo si toglie come se fosse una pellicola? Se fosse così sono davvero cianobatteri.
 

Nene

Moderatore
Concordo sull'ipotesi cianobatteri. Che luci hai? "troppa" luce, non avendo piante, ed un eccesso di nutrienti di solito ne favoriscono la proliferazione. Comincia a rimuovere il grosso manualmente. Poi puoi ridurre luce (o oscurare tutto per un po' per mandarne via la granparte) e aumentare il flusso d'acqua in vasca (dove c'e' piu' corrente di solito fanno piu' fatica a stabilirsi i ciano)

Mettici una foto cosi' siam sicuri :)
 

Nene

Moderatore
PS so che mi ripeto ma, dati i problemini (non gravi per carità') a mantenere valori stabili e ottimali io considererei di passare ad usare interamente acqua di rubinetto.
Fai dei test sull'acqua di rubinetto. Gli stessi che stai gia' facendo ph, gh, kh, no2, volendo no3 vanno benone. Poi riportali qui
Se sono ok pian piano nel corso di qualche cambio puoi passare ad usare l'acqua di rubinetto cosi' com'e' (+ biocondizionatore). Il che ti permetterebbe cambi piu' grossi in termini di volume (es. potresti dare una bella aspirata col tubo mentre cambi diciamo il 50% dell'acqua, per dare una bella botta ai cianobatteri) mantenendo condizioni stabili e favorendo l'eliminazione dei ciano

my 2 cents
 
Queste sono le foto.
Le alghe sulla rocciata sono di un verde più scuro mentre quelle preoccupanti sono quelle che risiedono sul fondo, hanno un colore molto acceso.
NON SO SE SI VEDE BENE DALLE FOTO
 

Allegati

  • WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.15.59 (1).jpeg
    WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.15.59 (1).jpeg
    560 KB · Visite: 10
  • WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.15.59.jpeg
    WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.15.59.jpeg
    451,6 KB · Visite: 9
  • WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.15.58.jpeg
    WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.15.58.jpeg
    402,2 KB · Visite: 11
  • WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.43.26.jpeg
    WhatsApp Image 2021-04-12 at 18.43.26.jpeg
    384 KB · Visite: 11
Ultima modifica:
Eh si, credo proprio si tratti di cianobatteri. All'inizio in vasche con un filtro non pienamente a regime e con presenza di sostanze azotate può succedere.... se non vuoi lavorare con le resine antifosfati ti consiglierei di rimuovere la superficie "verde" setacciando con un normale retino rimuovendo la patina periodicamente, ma diminuirei le ore/luce e darei una mano al filtro con dei batteri....
In sintesi dovresti migliorare le condizioni generali della vasca dosando con attenzione anche il mangime ai pesci togliendo manualmente i cianobatteri. Con il tempo e con la vasca in equilibrio dovresti eliminarli
 
Grazie Marco della tua risposta, per ora ho impostato la luce a 4 ore al giorno già da 15gg.
Sto considerando l'idea di oscurare completamente per qualche giorno l'acquario.
Potrebbe essere una soluzione non dannosa sia per i pesci che per le alghe sulla rocciata?
 
Se la vasca non prende luce solare diretta non c'è la necessità di oscurarla. Piuttosto, dopo aver setacciato il fondo e rimosso la patina verde, fai diversi cambi d'acqua a distanza ravvicinata, ma ogni volta immetti nel filtro batteri nitrificanti e non caricare troppo con il cibo. Vedrai che a breve saranno eliminati!
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2021
•Ne ho visti di tutti i colori…(ovvero i Discus all’orientale”) di Francesco Zezza
•Un Malawi “fatto in casa“ di Luca Zuccaro
•Lamprologus ocellatus di Denis Lampredi
•I tropici dietro casa di Lorenzo Tarocchi e Nicola Fortini
•Veloci, sempre più veloci. L’evoluzione dei ciclidi del lago Tanganica di Livio Leoni
Arretrati

Alto