• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Prima Vasca Ciclidi

Klyngon

Utente
Buongiorno a tutti sono appena arrivato nel forum. Dopo tanti anni lontano da una vasca (d'acquario;)) vorrei riavvicinarmi a questo magnifico mondo e vorrei farlo allestendo una vasca di ciclidi dei laghi.
Ho una vasca delle seguente dimensioni 100*40*50 con filtro interno per cui il lato lungo si riduce a poco più di 80. Mi piacerebbe fare un allestimento con rocciata e leggendo sul forum mi è parso di capire che potrei fare un allestimento con coppia di julidochromis tra i più piccoli (transcripts, ornatus, dickfeldi. Mi piacerebbero i transcripts gombi) e una colonia di multifasciatus che in teoria, se la vasca è allestita ad hoc potrebbero scegliere gli anfratti per deporre anziché le conchiglie che mi piacciono poco.
Volevo quindi chiedere intanto se avevo ben capito o ho già preso qualche cantonata :D e sapere se eventualmente esistessero alternative anche più colorate. Un'idea nel cassetto che non voglio dire troppo ad alta voce sarebbe quella di un monospecifico di pseudotropheus johanni anche se so che di base per il malawi servono vasche più lunghe, ma già che ci siamo, l'idea è così assurda?
Idee per possibili altre alternative così da valutare bene le varie opzioni prima di cominciare?
Ultima domanda e poi la smetto. Leggo sempre che i julido vanno tenuti in coppia, ma quindi quando si riproducono cosa accade?
Grazie a tutti
 

Sertor

Moderatore
Ciao, per cominciare scarterei l'idea del Malawi. 80 cm di lato lungo sono veramente pochi. Forse potresti provare con un trio di Aulonocara piccole, come hueseri o ethelwynnae, ma non te lo consiglio. Ottima idea i Julidochromis transcriptus, meno buona quella di allevare i multi senza conchiglie: da una parte i Julidochromis li scaccerebbero dalle rocce, dall'altra allevare un conchigliofilo senza conchiglie mi sembra una contraddizione in termini. Se non ti piacciono tanto le conchiglie potresti pensare ai brevis, ne servono molte meno.
I Julidochromis formano coppie, ma i piccoli crescono molto lentamente e vengono tollerati a lungo dai genitori nel loro territorio, finché, raggiunta una certa taglia, si allontanano o vengono respinti dai genitori.
 

Klyngon

Utente
Ciao Sertor, intanto grazie mille per le prime risposte! Effettivamente è vero potrebbe sembrare una contraddizione :D. Avevo visto in un altro post che potevano popolare anche cavità rocciose ma non avevo contemplato i julido.
Ad ogni modo avevo indicato i multofasciatus perché avevo inteso che rispetto agli altri conchigliofili creano una comunità numerosa con meno scaramucce anche intraspecie, mentre se ho ben capito i brevis vivono più in coppie separate.
Quindi comunque se ben capisco non ci sono molte altre alternative dato il litraggio della vasca giusto?
Grazie!!!!
 

Sertor

Moderatore
Diciamo che, se non trovano di meglio, popolano anche le fessure nelle rocce, ma le colonie le formano nei letti di conchiglie.
In alternativa ai Julidochromis potresti pensare a Neolamprologus caudopunctatus o a Telmatochromis vittatus (a trovarlo...)
 

Klyngon

Utente
�� �� �� OOOK grazie!
Quindi le mie possibili alternative sono
Julidochromis transcriptus gombi (che dovrebbero rimanere un po' più piccoli rispetto ai dickfeldi o agli ornatus) +neolamprologus trifasciatus

Oppure neulamprologus trifasciatus + n. Caudopunctatus???

Altra cosa, ma gli ocellatus? Troppo aggressivi?

Ultima domanda, se riuscissi a eliminare il filtro interno e passare quindi a 100cm di lato, cambierebbe qualcosa?
Scusa le mille domande e Grazie ancora!!!!
 
Ultima modifica:

Sertor

Moderatore
Mai sentito N. trifasciatus. Comunque puoi abbinare una specie rocciofila e una conchigliofila, per evitare possibili conflitti. Lamprologus ocellatus è un po' più territoriale, ma, secondo me, può andare. Come rocciofila anche N buescheri potrebbe essere papabile.
Se riuscissi a togliere il filtro interno avresti anche la possibilità di ospitare una piccola colonia di N. pulcher o marunguensis (in monospecifico). Comunque lo pszio in più ti semplifica sempre le cose.
 

Klyngon

Utente
Ahahah a, scusa, errore mio. Intendevo multofasciatus poi la mia testa ha fatto il resto. :-D
Prima di tutto, grazie infinite per il tempo che mi stai dedicando.
Ricapitolando quindi potendo mettere una specie rocciofila + una conchigliofili avrei le seguenti possibilità
X la rocciofila 1 coppia M/F tra
Julido transcriptus gombi
N buescheri


Per i conchigliofili 1 coppia M/F tra
N Beuscheri
N Ocellatus
N multifasciatus

Da quanto leggo online il N caudopunctuatus forse un po' border line tra rocciofila e conchigliofili ma lo considererei se ho ben capito in questa seconda famiglia.

Per l'allestimento quindi pensavo, tappetino sul fondo, rocce per creare anfratti, 3/4 cm di sabbia (pensavo di usare quella per edilizia) e piú conchiglie in caso di N. Multifasciatus, nel caso delle altre specie se ho ben capito una volta formata la coppia ne basta probabilmente solo uno.
 

Sertor

Moderatore
Più che a quello che si legge sul web, conviene affidarsi a un buon libro. :104:Il caudopunctatus è da considerare rocciofilo. Che io sappia, solo i brevis occupano solo una conchiglia per coppia, di solito ogni esemplare ha la sua. Meglio mettere almeno 5-6 conchiglie , saranno i pesci a scegliere. Gli ocellatus seppelliscono le conchiglie che non usano. Il buescheri è rocciofilo, non conchigliofilo.
 
Ultima modifica:

Klyngon

Utente
Grazie infinite per la disponibilità!! Anche perché ho visto che scrivendo con lo schermino del cell sto a fare certi casini :100::emoticon_gratis_cha
 
Ultima modifica:

Klyngon

Utente
A rieccomi alla carica. Dopo alcune vicissitudini, finalmente sto trovando un po' di tempo e spazio per allestire provare ad allestire la vasca. In foto alcune prove delle possibili rocciate (la scatola è grande quanto la Vasca salvo essere leggermente più alta). Spero che il sistema che ho usato per le immagini funzioni. Grazie come sempre a tutti!
https://ibb.co/dB5hsk0
https://ibb.co/6bDh8pS
https://ibb.co/s2GT3G9
https://ibb.co/HXYbmn7
https://ibb.co/kBJM0Pb
https://ibb.co/L9qR99r
https://ibb.co/bRb7CzW
https://ibb.co/bWHdmKj
https://ibb.co/RyG4tLf
https://ibb.co/z8T7SyT
https://ibb.co/MkhHYrt
https://ibb.co/3Tzm23F
https://ibb.co/ChTdvSG
 

Klyngon

Utente
Temo che le immagini non si vedano. Comunque, intanto per capirsi e per allestire al meglio, volendo inserire Caudapunctautus e multifasciatus:
È bene dividere la vasca 50 e 50 tra rocce e conchiglie o meglio fare una rocciata che si estenda lungo tutta la vasca e poi mettere le conchiglie tutto intorno?
Potendo scegliere tra rocce grigio scure o rosate, considerando che le due specie sono molto chiare, e mettendo sabbia di fiume, quale delle due tipologie di rocce e meglio scegliere per far risaltare i colori?
Tutti si pongono lo stesso problema ed io come tanti, tra le rocce rosa ce ne una molto pesante e grossa (della serie faccio fatica pure a trasportarla, e non presente tra le foto ), meglio che evito eventualmente di inserirla? (da qui anche l'altro post sullo spessore del polistirene di 3 cm).
Grazie come sempre a tutti (ovvero @Sertor 😁)
 

Sertor

Moderatore
Penso che rocce più chiare siano più adatte a fare risaltare le tinte "delicate" dei pesci, tanto si scuriranno col tempo e le alghe. Non mi ricordo le misure della vasca, ma se usi rocce meno massicce e più lastre risparmierai spazio e i pesci avranno un buon numero di tane.
 

Klyngon

Utente
La vasca è 100 x40 di base con filtro interno per cui si riduce a 84x40.
Intendo quindi meglio fare una rocciata con più rocce per creare più anfratti anziché usare rocce grosse che occupano spazio e di fatto non creano anfratti. Proverò a fare una rocciata lasciando spazio intorno per le conchiglie. Poi a vasca maturata immagino sarà meglio inserire prima i multi.
 

Sertor

Moderatore
Penso di sì, sono pesci abbastanza piccoli. Anche se penso che l'ordine con cui li immetti sia indifferente, forse meglio come dici tu, prima i multi.
 

Klyngon

Utente
Vorrei fare la rocciata così, ho però il dubbio rimanga poi poco spazio per i gusci (circa 20 cm su 80) e quindi per i multi. Inoltre temo che le rocce nn siano calcaree (con l'aceto hanno "fritto" pochissimo), potrebbe essere un problema?
 

Allegati

  • _20210110_172508.JPG
    _20210110_172508.JPG
    39,1 KB · Visite: 2

Sertor

Moderatore
Più che altro ci sono solo 2 o 3 tane, a fronte di un ingombro non scarso. Occhio poi a caricare tanto il fondo di una vasca piccola, se hai una vasca di produzione industriale, col fondo che poggia su una cornice, il vetro flette e le siliconature non tengono più.
 

Klyngon

Utente
La vasca ha una sua base con varie "protuberanze" di supporto.
In alternativa avrei queste altre rocce, calcaree. Qui buttate un po' alla rinfusa. Pensi ne possa venire fuori qualcosa di meglio? Come potrei metterle? Nella seconda foto, non considerando le grigie, forse si apprezzano meglio anche in altezza. In avrei una ulteriore, molto grossa (circa 50 cm) che non ho provato nemmeno a inserire per paura del peso (motivo tra l'altro per cui nell'altro post chiedevo dello spessore del l'xps da mettere sotto ;-))
 

Allegati

  • _20210111_185046.JPG
    _20210111_185046.JPG
    36,7 KB · Visite: 5
  • _20210111_185409.JPG
    _20210111_185409.JPG
    35,2 KB · Visite: 5
Ultima modifica:

Sertor

Moderatore
Meglio, prova a formare un mucchio più alto in uno degli angoli, usando i vetri laterale e posteriore come appoggio.
 

Klyngon

Utente
Ok! Immagino l'idea sia più quella di occupare al massimo metà vasca con le rocce?
Tra le altre cose stavo meditando di eliminare il filtro interno a favore di uno esterno ma devo fare un po' di lavori a coperchio e vetri esterni per eliminare degli sticker che attualmente coprono la parte del filtro (col rischio di rigare i vetri 😕) il gioco varrebbe la candela o non cambierebbe poi molto?
 
Ultima modifica:

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Congresso AIC 2022

Anteprima bollettini


Numero 2/2022
• Enigmatochromis lucanusi. Una bella sorpresa dalla Guinea. di Anton Lamboj
• Gli mbuna del gruppo Pseudotropheus elongatus del Lago Malawi di Ad Konings
• La Germania ciclidofila più profonda: Klaus, una radler e tanto Tanganica di Enea Parimbelli

Arretrati

Alto