• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Nuovo acquario

ricox

Utente
Ciao a tutti, dopo tanti anni dal mio ultimo acquario sto per allestire una nuova vasca, abitando in condominio al 7mo piano, ho fatto fare una 120x50x50, al momento è vuota, ho fatto solo una prova di riempimento per verificare tutte le modifiche che ho fatto sui mobili di sostegno al fine di ampliare l'area su cui distribuire il peso della vasca.

Ho già lavato 50Kg di sabbia vagliata di fiume.
Una serie di rocce vere colore grigio scuro in prevalenza non troppo grandi prese in fiume.

Ho ricevuto oggi due rocce alte artigianali per la rocciata principale.

Il filtraggio sarà a carico di un Eheim 2076.

L'illuminazione verrà fatta con una GNC SilverMoon Marine+ gestita da uno dei 4 canali del controller Shelly RGBW2 che programmerò per gli effeti alba tramonto.

La temperatura verrà rilevata in 2 punti diversi della vasca e nell'aria che separa l'acqua dai coperchi, il tutto rilevato da uno shelly addon plus che mi permetterà di controllare due ventole noctua ip67 da 120mm per aumentare o diminuire il flusso d'aria entrante ed uscente, proverò a controllare la velocità delle ventole connettendole ad altri 2 canalei dello shelly rgbw2.

Inserirò anche una pompa movimento acqua EHEIM streamON+ 6500

ora le prime domande che ho per voi sono:

1- volessi mettere anche qualche pianta tipo Vallisneria, ho sufficiente illuminazione? la barra led che ho preso non ha il rosso ...
2- le rocce ... ho letto qualcosa nel forum ma una disposizione tipo quale potrebbe essere ? meglio centro vasca mi pare di capire...
3- per la popolazione attendo poi chiederò

Grazie mille
 
Ciao, provo a rispondere.
1 Prova, a volte crescono. Non è solo questione di luce rosso o meno, ma di intensità. Se è buona vedrai che crescono, pesci permettendo.
2 Per la disposizione delle rocce, prima dovresti decidere la popolazione. Nel lago ci sono principalmente habitat rocciosi, sabbiosi e intermedi.
3 Direi di non attendere troppo, se hai già un elenco di specie che ti piacerebbe tenere, possiamo valutare insieme compatibilità reciproche e con le dimensioni della vasca. Meglio, se hai una specie "irrinunciabile" possiamo provare a costruirci attorno una popolazione e, di conseguenza, il tipo di layout dell'acquario.
 
…. Meglio, se hai una specie "irrinunciabile" possiamo provare a costruirci attorno una popolazione e, di conseguenza, il tipo di layout dell'acquario.
Grazie 🙏,
premetto che non ho ancora studiato nulla quindi non vorrei fare domande inutili … comunque con mio figlio avevamo visto questi che ci piacevano per la colorazione sgargiante:

1- Aulonocara firefish
2- Labidochromis caeruleus
3- Sciaenochromis fryeri
4- Aulonocara Marmalade
 
Grazie 🙏,
premetto che non ho ancora studiato nulla quindi non vorrei fare domande inutili … comunque con mio figlio avevamo visto questi che ci piacevano per la colorazione sgargiante:

1- Aulonocara firefish
2- Labidochromis caeruleus
3- Sciaenochromis fryeri
4- Aulonocara Marmalade
Se è tua intenzione salvare la prole delle riproduzioni eviterei di mettere specie che possono facilmente ibridarsi tra loro , tipo due specie ( in questo caso breeding form) di Aulonocara. Se invece non ti interessa salvare i piccoli potrebbero andare insieme.
Se riesci a fare qualche foto dell'acquario appena allestito possiamo capire bene, non conosco l'illuminazione che usi, ma volendo come diceva Sergio qualche pianta facile potresti inserirla ciclidi permettendo.
 
Ieri sera ho allestito, la roccia nel mezzo è finta per problemi di peso, il resto è di fiume, calcareo.
Ho lasciato due corridoi lato lungo per far nuotare i pesci, purtroppo la foto viene mooolto più blu di quel che è la realtà, forse avevo letto qualcosa a riguardo ma non trovo più la discussione.
Sotto si vede il corridoio posteriore in fase di valutazione posizionamento di 2 rocce finte poi abbandonata.
tengo a dire che la vasca è stata realizzata da Animal's House di Nino Provenza che mi ha veramente stupito per disponibilità e professionalità, anche le rocce me le ha fornite lui.
Grazie Nino!
acq.jpg

acq2.jpg
 
Ultima modifica:
L'arredamento mi lascia un po' perplesso. Il roccione centrale è molto scenografico, però porta via molto spazio. D'altra parte le altre rocce mi sembrano piccole, quindi quasi inutili come barriere visive o per formare nascondigli: avrai pesci attorno ai 10-12 cm almeno, una tana funzionale deve essere sufficientemente ampia. Servono rocce di almeno 25-30 cm per costruire tane e barriere visive, altre più piccole possono essere usate per rifinire.
Ho parlato di tane perché le specie che hai indicato sono di habitat rocciosi, anche se la firefish è una varietà di allevamento e la marmalade/OB è derivata dall'indicazione con un mbuna. Secondo me Sciaenochromis fryeri è troppo grande per la vasca, fatto salvo quanto ha detto Marco, Aulonocara e Labidochromis caeruleus possono convivere tranquillamente. Personalmente non abbinerei due Aulonocara anche per un discorso di aggressività: derivano probabilmente dalla stessa specie e, specialmente le OB, hanno un carattere deciso.
 
La roccia alta è l'unica finta, non posso mettere rocce troppo pesanti ... delle due in vista dall'alto è quella più sottile ... l'ho messa in centro perchè avevo letto che i lati lunghi era meglio lasciarli per il nuoto ...l'altra finta non l'ho messa perchè un po' troppo larga e bassa ... ma le tane con le rocce vere si fanno a mo' di casetta |-| ?? appoggiando una roccia sull'altra ?
 
Conviene addossarla allo sfondo, la vasca è piccola per poter ricavare due spazi per il nuoto sufficientemente larghi. Le tane si ricavano addossando rocce abbastanza grandi in modo "casuale", evitando l'effetto casetta dei Flintstones.
 
Per alleggerire il peso potresti togliere un po di sabbia, ora non riesco a capire il suo spessore in cm ma non occorre avere "un letto" molto alto. Per le rocce potresti recuperare altre finte di diversa grandezza e lasciare qualche ciottolo nella parte anteriore per dare profondità.
 
Quanto ai pesci da scegliere, tieni anche conto che gli Sciaenochromis fryeri sono grandi divoratori di avannotti. Io con loro in vasca non ho mai visto un piccolo superare i 4-5 giorni. Quindi vanno inseriti solo se non vuoi piccoli in vasca...
 
Grazie mille dell’attenzione e delle risposte, l’elenco di specie che ho fatto è da considerarsi una raccolta creata con mio figlio di 11 anni determinata per lo più dalle bellissime (parere nostro) colorazioni …
Quindi, detto ciò i desiderata in ordine di priorità sono:
1- colori sgargianti
2- riproduttività semplice
3- 9 pesci in vasca
Avete delle proposte anche fuori dalla lista che ho postato ?

Grazie mille

P.s. ma come si fa a sapere in numero socio aic ?? :)
 
Grazie mille dell’attenzione e delle risposte, l’elenco di specie che ho fatto è da considerarsi una raccolta creata con mio figlio di 11 anni determinata per lo più dalle bellissime (parere nostro) colorazioni …
Quindi, detto ciò i desiderata in ordine di priorità sono:
1- colori sgargianti
2- riproduttività semplice
3- 9 pesci in vasca
Avete delle proposte anche fuori dalla lista che ho postato ?

Grazie mille

P.s. ma come si fa a sapere in numero socio aic ?? :)
Come base di partenza o generi considererei il gruppo Aulonocara abbinato ad esempio al Labidochromis caeruleus ed avresti colori e facile gestione oltre che riproduzioni. In abbinamento ipotetico a Iodotropheus o Melanochromis( da scegliere i meno turbolenti) ad esempio.

Per sapere il numero di socio manda un messaggio privato a Livio Leoni (Presidente) magari riesce a saperlo via segreteria o anche scrivi un messaggio quì con la richiesta https://www.aiconline.it/contatti2/2-segreteria.html così Aldo ti dirà il tuo numero socio.
La tessera credo arriverà con il bollettino ma non so quale.
 
Sareste così gentili da indicarmi anche il numero e ed il sesso per le specie che mi consigliate ? Grazie 1000
 
Personalmente preferisco sempre partire da un gruppetto di 5-6 giovani non sessati, così posso tirarli su come voglio io e assistere ai cambiamenti di comportamento e livrea legati alla maturazione.
 
5/6 quindi 2 specie al massimo se capisco bene .. giusto ?
Magri la domanda è stupida ma x la riproduzione serve un M ed un F giusto ?
 
5/6 quindi 2 specie al massimo se capisco bene .. giusto ?
Magri la domanda è stupida ma x la riproduzione serve un M ed un F giusto ?
Beh partendo con giovani non sessabili li vedresti crescere in acquario, poi dipende dalla disponibilità e da dove acquisterai questi pesci nel senso di averli in quella taglia.
Non formano coppie e essendo poligami diciamo che il trio in genere è la base per molte specie poi in base alle dimensioni della vasca si può variare la "formazione" di un maschio e due femmine.
Potresti avere anche tre specie da indole tranquilla come popolazione finale.
 
Ok un po’ di più ho capito ora altra domanda, io sono di Milano, ho notato che non tanti negozi tengono i ciclidi, ultimamente mi servivo con piacere da Yato ma non li tratta … avete qualche consiglio? Va bene la vendita tra privati ? Trovo annunci su Subito :-0
 
Ok un po’ di più ho capito ora altra domanda, io sono di Milano, ho notato che non tanti negozi tengono i ciclidi, ultimamente mi servivo con piacere da Yato ma non li tratta … avete qualche consiglio? Va bene la vendita tra privati ? Trovo annunci su Subito :-0
Concordo con Sergio!
Puoi comunque mettere un annuncio sul mercatino del forum nella sezione cerco e vedere anche se ci sono soci che hanno dei pesci che stai cercando.
 
Altra domanda, avevo il precedente acquario un piccolo 30x30x30 … dentro mi era rimasto un barbus .. era la che guardava la vasca nuova e non ho resistito l’ho ambientato e messo dentro assieme alla sua piantina … se lo mangeranno quando inserisco i ciclidi ?? Quanti ne inserisco x volta ? 3?
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 3/2023
• Tropheops sp. ‘macrophthalmus chitimba’ Chitimba Bay Deep, un giallo alternativo di Mattia Picciolo
• Il Belgio e il cuore dell’Africa – una visita al MRAC, Musée Royal de l’Afrique centrale di Enea Parimbelli
• La micobatteriosi nei pesci d’acquario, un problema complesso. di Gianpiero Nieddu
Arretrati

Indietro
Alto