• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Lido 200 Tanganica

Profr46

Utente
Ciao a tutti,

possiedo un acquario Juwell Lido 200, misure 71*51*65 cm

Viste le dimensioni vorrei provare con i ciclidi del Tanganica.

A causa della difficoltà di reperire i ciclidi dalle mie parti sono praticamente costretto ad acquistarli online.

Avrei pensato di fare un angolo roccioso e la restante parte inserire le conchiglie che ho ordinato sopra sabbia fine.

Secondo voi potrebbero starci dei Julidochromis transcriptum insieme a dei Ocellatus gold?

Mi piacerebbe prendere delle specie coloniali ma poi non saprei come gestire la sovrappopolazione..

Se prendo 5 Julidochromis transcriptum e 5 ocellatus gold piccoli sui 2,5 - 3 cm, combino un guaio?

grazie mille,
 

Sertor

Moderatore
L'area dei base a me sembra un po' scarsina, però magari J. transcriptus potrebbe coesistere con una coppia di brevis, oppure potresti fare un tentativo con una colonia di multifasciatus o similis. Non ti consiglio gli ocellatus perché sono una delle specie più aggressive.
 

Profr46

Utente
grazie, effettivamente ho letto che gli ocellatus hanno un bel caratterino, peccato perchè mi piacciono molto. Se al loro posto mettessi i multifasciatus che da quello che ho capito sono coloniali, nel caso si riproducessero, ad un certo punto si autoregoleranno con le riproduzioni o sarei obbligato a togliere pesci di continuo dalla vasca?
altra domanda, ho inserito nell'acquario una pompa di movimento per cercare di ossigenare meglio l'acqua non avendo piante, la corrente generata dalla pompa aggiuntiva può dare fastidio a queste specie?
 

Sertor

Moderatore
I miei si autoregolano abbastanza, anche perché credo che i julidochromis, di tanto in tanto, facciano fuori qualche piccolo. Ogni qualche mese ne cedo tre o quattro, ma più che altro perché me li chiede qualche amico.
Quanto alla.pompa di movimento, non credo che possa creare problemi, se non è troppo sovradimensionata. Quale modello hai?
 

Profr46

Utente
la pompa è una Sicce Voyager 2 da 3000 l/h. Forse è sovradimensionata (non me ne intendo un granché)
L'ho inserita questa sera, l'ho messa per movimentare l'acqua in superfice ma ho visto che è possibile girare la ghiera frontale per ridurre il flusso. Questo week end dovrei risistemare l'arredamento e inserire i gusci di lumaca che dovrebbero arrivarmi. I gusci vanno posizionati in un certo modo, con l'ingresso rivolto verso l'alto oppure si arrangiano i pesci a posizionarsele? Se dovessi optare per i multifasciatus (esistono diversi tipi o una variante sola?) quanti ne dovrei inserire della taglia di 2/3 cm?
 

Sertor

Moderatore
Per la.pompa ottimo, potrai regolarla.in base alle tue esigenze. Le conchiglie, se opti per i multifasciatus o i similis, basta metterle sul fondo,.non troppo sparsa. Ci penseranno quelle piccole ruspe a sistemarle come piace a loro. Per cominciare potresti prenderne un gruppetto di 5-6, se non sono sessati.
Se prendi dei Julidochromis cerca di costruire anfratti stretti e bui, loro gradiscono molto.
 

Profr46

Utente
ok, grazie, seguirò i tuoi consigli.
Avete per caso da consigliarmi un sito affidabile per la spedizione dei ciclidi?
 

Profr46

Utente
Ho trovato un sito online che spedisce. Si chiama Aliasacquari, speriamo sia affidabile.
Secondo voi, per i Julidochromis transcriptum si riesce a stabilire maschio e femmina? se si, a partire da quale grandezza? vorrei acquistare direttamente una coppia, altrimenti dovrei acquistarne 4 o 5 di piccoli e poi una volta formata la coppia togliere il resto, giusto? In tal caso diventerebbe un problema, non saprei a chi darli dalle mie parti.

Che differenza c'è tra Julidochromis transcriptum e Julidochromis transcriptum "Gombi"? cambia la livrea?

Nel frattempo ho riallestito la parte rocciosa mettendola sul un lato e sparso un po' di conchiglie a caso sul fondo. Dovrei redistribuirle meglio o lascio che si arrangino i multifasciatus quando sarà ora? ne ho messe 37, bastano? ne avrei altre 11.


Allego qualche foto, l'acqua è torbida perché ho anche aggiunto un altro po' di nitrivec.
fronte.jpg
latosx.jpg
latodx.jpg
 
Ultima modifica:
Julidochromis transcriptus è il nome scientifico della specie. Poi ci sono numerose varietà geografiche, che spesso hanno livree abbastanza differenti tra loro. Una di queste varietà geografiche è "Gombi", una delle più facile da reperire sul mercato.
 
Effettivamente, con quelle poche rocce, credo sia meglio mettere una sola coppia di Julido. 2 o più maschi in quella vasca non ce li vedrei tanto bene, alla lunga... In ogni caso, le rocce laviche non sono consigliate. Sono un po' troppo ruvide e potrebbero danneggiare i pesci.
 

Profr46

Utente
La mia intenzione in effetti è quella di tenere una coppia di transcriptus, non ho voluto esagerare con la quantità di rocce per lasciare spazio ai multifasciatus (o similis?), ne avrei comunque altre da aggiungere nel caso, dite che servono? . Effettivamente le rocce sono un po ruvide ma le ho usate in passato con i mbuna e non mi è mai capitato che si ferissero. Le ho preferite a suo tempo per la leggerezza rispetto alle altre rocce in quanto mettendone così tante su un punto non vorrei si crepasse o scollasse il vetro alla base. Inoltre a suo tempo mi erano state consigliate per la porosità che aiuta l'inserimento dei batteri.
Per i transcriptus, qualcuno ha delle immagini da mostrarmi della versione "normale" e quella "gombi"? Sui siti di vendita mettono la stessa foto ma il gombi costa un po di più, sono un po confuso
 

Sertor

Moderatore
I gombi hanno un disegno più simile a quello dei marlieri, soprattutto sulla.testa. Secondo Konings potrebbe trattarsi di una variante nana di J. marlieri. Anche secondo me quelle rocce non sono il massimo, ma in realtà mi risulta che le rocce del Tanganica siamo spesso coperte da concrezioni calcaree che le rendono più ruvide di quanto si pensi. Secondo me ti servirà schermare la parte di vetro laterale in corrispondenza delle rocce per dare sicurezza ai pesci rendendo più buie le tane.
 

Profr46

Utente
Grazie mille per i consigli, proverò a inventarmi qualcosa per scurire le tane. Aspetto ancora almeno un'altra settimana e poi mi muovo per l'ordine dei transcriptus e multifasciatus. Ho visto qualche video con i similis e forse sembrano esteticamente un po' più carini ma non li trovo online, quindi opterò per i multifasciatus.
 

Sertor

Moderatore
Per oscurare le tane basta un po' di plastica adesiva. Se poi dovessi toglierla è semplicissimo e non lascia residui troppo tenaci.
 

Profr46

Utente
Grazie, ora però ho 2 grossi dubbi: uno riguardo alla maturazione e l'altro riguardo l'illuminazione.

Premetto che l'acquario, prima di riallestirlo come sopra, era in disuso da qualche mese con luce spenta ma filtro acceso e nessun pesce all'interno. L'ho quindi ripulito per bene, togliendo le alghe accumulate sui vetri (tante) e svuotando completamente dell'acqua e rocce.

Tre settimane fa, dopo aver sifonato il fondo ho riempito l'acquario completamente di acqua di rubinetto non trattata con biocondizionatore, era infatti propenso a darlo via pensando che per le misure non fosse adatto a nessun biotopo.
In seguito ho letto qualcosa e mi sono appassionato ai conchigliofili del Tanganica.

Primo dubbio: Il fatto di aver pulito, svuotato e riempito completamente con acqua di rubinetto non trattata con biocondizionatore (il filtro interno non l'ho mai toccato) mi comporta di ricominciare comunque da zero con la maturazione? esiste un modo per verificare che sia già maturo? può essere il picco dei nitriti non si verifichi?

Sto mettendo ogni tanto mangime nella vasca vuota e misuro nitriti e nitrati con i test a strisce e mi sembrano nulli. I nitriti sono nulli anche con test a reagente, domani proverò anche i nitrati con test a reagente appena mi arriva.

Secondo dubbio: le lampade. Sono ancora quelle a neon originali di 5 anni fa. So che non mettendo piante magari non sono fondamentali, ma, il fatto che siano cosi vecchie è possibile che invece di farmi crescere le alghe verdi belline mi facciano crescere altri tipi di alghe ad esempio quelle scure?
 

Sertor

Moderatore
Molto probabilmente il filtro è già maturo, i test a strisce non sono granché affidabili, ma se i nitriti sono a 0 anche con quelli a reagente e anche dopo l'aggiunta di mangime dovresti essere a posto. Per le alghe, dipende da molti fattori, non solo dalla luce. Quando dovrai sostituire i neon potresti valutare dei led.
 

Profr46

Utente
Allora, domani sera rimisuro nitriti e nitrati con test a reagente. Subito dopo somministro del mangime e dopo un po' ripeto i test: se i nitriti rimangono a zero, dovrei vedere un incremento dei nitrati, corretto? e dopo un altro po dovrei vedere ancora una riduzione dei nitrati penso..
Per le lampade, se è necessario sostituirle, non avendo piante, sicuramente penserò ai led.
Stavo guardando cosa occorre fare per il passaggio a led senza spendere una follia. Se invece i neon posso tenerli finché vanno e non creano problemi particolari di alghe, allora lascio com'è
 

Sertor

Moderatore
Non è detto che l'incremento di nitrati sia rilevabile, ma è probabile. I nitrati normalmente rimangono, quindi non vedrai una diminuzione rilevante, almeno non nel breve termine. Per quello sono necessari batteri denitrificanti, che sono anaerobici.
 

Profr46

Utente
da un po di giorni che faccio i test, sia nitriti che nitrati sono sempre a zero: test fatti sia con striscia che con reagenti. Pomeriggio ho ripetuto i test perché da me hanno tolto corrente per 5 ore ma per fortuna non ho visto effetti sull'acquario. Potrei ordinare già i multifasciatus e i transcriptus?

In acquario si stanno formando quelle brutte alghe marroni (diatomee?) anche sulla sabbia, secondo me dipende anche dai tubi neon esauriti (hanno 5 anni). Ho provato a cercare altri tubi neon da 59cm ma sono introvabili.. La plafoniera led Juwel costa uno sproposito, con quei soldi mi compro un acquario nuovo..
che voi sappiate esistono altre soluzioni per gli acquari Juwel? bisogna per forza cimentarsi con il fai da te?

Allego un paio di foto dove si vede il fondo che sta diventando marroncino
 

Allegati

  • fondo_2.jpg
    fondo_2.jpg
    151,5 KB · Visite: 5
  • fondo_1.jpg
    fondo_1.jpg
    3,4 KB · Visite: 5
Ultima modifica:

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2021
•Ne ho visti di tutti i colori…(ovvero i Discus all’orientale”) di Francesco Zezza
•Un Malawi “fatto in casa“ di Luca Zuccaro
•Lamprologus ocellatus di Denis Lampredi
•I tropici dietro casa di Lorenzo Tarocchi e Nicola Fortini
•Veloci, sempre più veloci. L’evoluzione dei ciclidi del lago Tanganica di Livio Leoni
Arretrati

Alto