• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Il mio primo Malawi....aiuto specie compatibili!

pippomix

Utente
Buonasera, sono Giuseppe e dopo una esperienza di parecchi anni fa con dei poecilidi sto per allestire il mio primo acquario Malawi. Ho un Juwel Rio 240 (240 litri - misure 121x41x55) che ho allestito con sabbia fine di fiume e rocce di travertino rosa, sostituito la pompa del filtro interno da 600 L/H con una da 1000 L/H e il filtro è in maturazione da 16 giorni. Da poco ho inserito qualche pianta di Vallisneria (varie specie) e Microsorum Pteropus. So benissimo che le piante avranno poca durata appena inserirò i nuovi "inquilini", ma per adesso riempiono e movimentano un po' la vasca nella "lunga" attesa di maturazione del filtro. :D

Adesso devo iniziare a decidere la fauna...iniziando dai soliti Labidochromis Caeruleus che sicuramente inserirò visto che piacciono a tutta la famiglia.

La seconda specie sono indeciso tra Pseudotropheus acei e Pseudotropheus socolofi (con leggerissima preferenza nei primi) Quale tra le due consigliate?

Per la terza specie invece sono completamente indeciso e aspetto vostri suggerimenti.. Grazieee!

Allego foto della vasca...

acquario 02-04-2022-mini.jpg
uno - mini.jpg
due - mini.jpg
 

Sertor

Moderatore
Ciao Giuseppe. In primo luogo ti consiglierei di controllare che le pietre non siano disposte in modo troppo serrato: dovrebbero esserci passaggi sufficientemente ampio da consentire il passaggio dei pesci adulti. Dalle foto non riesco a capire se lo sono. Per le specie direi che è una buona scelta, il buon vecchio giallone e uno dei più bei pesci che esistano e gli acei sono un po' diversi dal solito, anche come comportamento. Di questi puoi metterne tranquillamente un gruppetto di almeno 6. Ti suggerisco la varietà di Ngara, che resta un pochino più piccola. Come terza specie potresti pensare a una Cynotilapia relativamente piccola e non troppo turbolenta, tipo C. aurifrons o C. Afra Cobue, Iodotropheus sprengerae, Labidochromis sp. perlmutt.
 

misidori

Amministratore
Ciao Giuseppe! Come tersa specie potresti valutare anche un genere del gruppo Aulonocara se hai scelto i Labidochromis e P.aceii
 

pippomix

Utente
Ciao Giuseppe. In primo luogo ti consiglierei di controllare che le pietre non siano disposte in modo troppo serrato: dovrebbero esserci passaggi sufficientemente ampio da consentire il passaggio dei pesci adulti. Dalle foto non riesco a capire se lo sono. Per le specie direi che è una buona scelta, il buon vecchio giallone e uno dei più bei pesci che esistano e gli acei sono un po' diversi dal solito, anche come comportamento. Di questi puoi metterne tranquillamente un gruppetto di almeno 6. Ti suggerisco la varietà di Ngara, che resta un pochino più piccola. Come terza specie potresti pensare a una Cynotilapia relativamente piccola e non troppo turbolenta, tipo C. aurifrons o C. Afra Cobue, Iodotropheus sprengerae, Labidochromis sp. perlmutt.
Ciao e grazie per la pronta risposta. Per le rocce credo ci siano gli spazi anche per pesci adulti..purtroppo dalle foto non è facile far capire gli spazi reali, allego altre foto in fase di allestimento, anche se successivamente è stata fatta qualche piccola modifica.
IMG_20220317_235046-mini.jpgIMG_20220317_235101-mini.jpgIMG_20220317_233710-mini.jpgIMG_20220317_235118-mini.jpg
Per i pesci, assodato che le prime due specie dovrebbero essere i Labidochromis Caeruleus e i Pseudotropheus Acei, rimane da scegliere dunque la terza specie.. Gli Iodotropheus sprengerae non mi fanno impazzire soprattutto perchè dalle esperienze in rete e dai video sul web che ho visto, avrei una buona probabilità di avere degli esemplari che non vireranno mai sul bel colore arancio/violaceo e che rimarranno di un anonimo color marroncino. Ecco le alternative che avevo pensato, ma che non conosco la compatibilità con le rimanenti 2 specie e con lo spazio a disposizione:

- Una Cynotilapia potrebbe essere una opzione, non mi dispiacerebbe la Afra Jalo Reef (mi pare si chiami così, la specie zebrata con la pinna dorsale interamente gialla);
- Labeotropheus Trewavasae Thumbi West Red Top - questa sarebbe la mia preferita, ma non so se è possibile/consigliata abbinarla, se l'acquario è sufficiente e se è di facile reperibilità, visto che non posso acquistare online, in quanto da qualche mese verso la mia provincia (Catania) non è più possibile spedire pesce vivo.
- Melanochromis Maingano;
- Pseudotropheus Demasoni;

Accetto ben volentieri consigli, passate esperienze o ulteriori alternative. Grazie sempre.
 

Sertor

Moderatore
Aulo e mbuna non è impossibile, ma non sempre è facile trovare la quadra, anche a livello di allestimento. Diciamo che non tutte le Aulonocara e non tutti gli mbuna possono convivere (dieta, aggressività) e che le Aulo hanno bisogno di tane più grandi e più spazio per nuotare. Confermo le femmine grigie, anche se attualmente ho una femmina di baenschi che ha parecchio giallo (relativamente). Delle specie che hai citato ok la Cynotilapia, la specie è la stessa della Cobue. Il cyaneorhabdos penso vada anche bene, ma non l'ho mai allevato di persona. Per il Labeotropheus concordo sulla bellezza, ma viene troppo grande per la tua vasca, a mio avviso. Ne ho diversi da un po' di annetti, ma sono in un 150 cm/430 litri.
 

pippomix

Utente
Aulo e mbuna non è impossibile, ma non sempre è facile trovare la quadra, anche a livello di allestimento. Diciamo che non tutte le Aulonocara e non tutti gli mbuna possono convivere (dieta, aggressività) e che le Aulo hanno bisogno di tane più grandi e più spazio per nuotare. Confermo le femmine grigie, anche se attualmente ho una femmina di baenschi che ha parecchio giallo (relativamente). Delle specie che hai citato ok la Cynotilapia, la specie è la stessa della Cobue. Il cyaneorhabdos penso vada anche bene, ma non l'ho mai allevato di persona. Per il Labeotropheus concordo sulla bellezza, ma viene troppo grande per la tua vasca, a mio avviso. Ne ho diversi da un po' di annetti, ma sono in un 150 cm/430 litri.
Peccato! :cry: Non conoscevo i Labeotropheus Trewavasae Thumbi West Red, li ho visti per la prima volta ieri in diversi video ed è stato amore a prima vista :love:. labeotropheus-trewavasae-thumbi-west-6-7.jpg

È impossibile l'inserimento nella mia vasca nemmeno considerando che le femmine dovrebbero essere decisamente più piccole e che di maschi ne va soltanto 1? Se li hai tu, sono aggressivi? Di quanti cm si sono fatti? Se non chiedo troppo, a prescindere dal possibile inserimento o meno, potresti postarmi delle foto/video? Scusa ma sono troppo curioso :ROFLMAO::ROFLMAO: Grazie mille per i preziosi consigli!!!
 
Ultima modifica:

Sertor

Moderatore
Il mio maschio è sui 12 centimetri abbondanti, poi tieni conto che sono ottimi nuotatori. Sotto i 300 litri non ce li vedo tanto, li ho sempre avuti in 350-400 almeno. Non sono molto aggressivi, ma si fanno rispettare, ma conta che io ho gli OB che sono un po' più tranquilli. Le femmine non sono tanto più piccole, le mie saranno sui 10.
Secondo me è un po' scarsa soprattutto le larghezza, 40 cm per una vasca mbuna con tante rocce non sono molti.
 

pippomix

Utente
Il mio maschio è sui 12 centimetri abbondanti, poi tieni conto che sono ottimi nuotatori. Sotto i 300 litri non ce li vedo tanto, li ho sempre avuti in 350-400 almeno. Non sono molto aggressivi, ma si fanno rispettare, ma conta che io ho gli OB che sono un po' più tranquilli. Le femmine non sono tanto più piccole, le mie saranno sui 10.
Secondo me è un po' scarsa soprattutto le larghezza, 40 cm per una vasca mbuna con tante rocce non sono molti.
Ok, allora pazienza, a malincuore lascio perdere i Labeotropheus. Oggi misurando i valori dell'acqua con i test a reagente della JBL (cosa che faccio ogni 4-5 giorni dall'avvio del filtro) ho notato che i nitriti (NO2) dopo il picco di 5 giorni fa di 0,6 sono crollati a 0,05 e i nitrati (NO3) si sono abbassati a 1. Vuole dire che il filtro è già quasi maturo? Sono passati solo 18 giorni dall'avvio. :unsure: Posto per completezza anche il resto dei valori dell'acqua attualmente in vasca e tra parentesi quelli di 5 giorni fa:
PH: 8,2 (8,0)
KH: 10 (11)
GH: 8 (9)
NO2: 0,05 (0,6)
NO3: 1 (5)
NH4: < 0,05 (uguale)
PO4: 0,05 (era 0,1)

Tornando alla terza specie.. ricapitolando le opzioni da abbinare (una sola tra esse ovviamente) ai Caeruleus ed agli Acei sarebbero:
- Una Cynotilapia;
- Melanochromis Cyaneorhabdos Maingano;
- Pseudotropheus Demasoni;
- Aulonocara..quali eventualmente possibili?
- Ulteriori alternative? Anche perchè poi sarà da vedere la disponibilità di specie nella mia zona (provincia di Catania)

Grazie mille per il supporto!:giggle:
 

Sertor

Moderatore
Il demasoni è molto aggressivo intraspecificamente: meglio prenderne un gruppetto. Come Aulonocara potresti pensare a una stuartgranti o hansbaenschi.
 

misidori

Amministratore
Ok, allora pazienza, a malincuore lascio perdere i Labeotropheus. Oggi misurando i valori dell'acqua con i test a reagente della JBL (cosa che faccio ogni 4-5 giorni dall'avvio del filtro) ho notato che i nitriti (NO2) dopo il picco di 5 giorni fa di 0,6 sono crollati a 0,05 e i nitrati (NO3) si sono abbassati a 1. Vuole dire che il filtro è già quasi maturo? Sono passati solo 18 giorni dall'avvio. :unsure: Posto per completezza anche il resto dei valori dell'acqua attualmente in vasca e tra parentesi quelli di 5 giorni fa:
PH: 8,2 (8,0)
KH: 10 (11)
GH: 8 (9)
NO2: 0,05 (0,6)
NO3: 1 (5)
NH4: < 0,05 (uguale)
PO4: 0,05 (era 0,1)

Tornando alla terza specie.. ricapitolando le opzioni da abbinare (una sola tra esse ovviamente) ai Caeruleus ed agli Acei sarebbero:
- Una Cynotilapia;
- Melanochromis Cyaneorhabdos Maingano;
- Pseudotropheus Demasoni;
- Aulonocara..quali eventualmente possibili?
- Ulteriori alternative? Anche perchè poi sarà da vedere la disponibilità di specie nella mia zona (provincia di Catania)

Grazie mille per il supporto!:giggle:
Se ti affidi alle specie presenti nel negozio di Catania fai bene a farti dire la disponibilità,taglia e provenienza. Poi scegli..altrimenti puoi farteli anche spedire
 

pippomix

Utente
Se ti affidi alle specie presenti nel negozio di Catania fai bene a farti dire la disponibilità,taglia e provenienza. Poi scegli..altrimenti puoi farteli anche spedire
Purtroppo qui in provincia di Catania non abbiamo moltissima scelta e da circa 1 anno anche i grossi shop online non possono più spedire pesce vivo nella mia provincia nè nelle provincie limitrofi per mancati accordi con UPS. Settimana prossima andrò nel negozio più fornito della zona dove trattano anche i ciclidi africani e vediamo cosa riesco a reperire.
 

misidori

Amministratore
Purtroppo qui in provincia di Catania non abbiamo moltissima scelta e da circa 1 anno anche i grossi shop online non possono più spedire pesce vivo nella mia provincia nè nelle provincie limitrofi per mancati accordi con UPS. Settimana prossima andrò nel negozio più fornito della zona dove trattano anche i ciclidi africani e vediamo cosa riesco a reperire.
Non sapevo questa situazione... magari potresti chiedere al negoziante una lista di ciclidi e provenienza così da scegliere in base alle taglie e stocklist
 

pippomix

Utente
Rieccomi! Aggiornamento... Alla fine mi sono deciso sulle specie e circa 2 settimane fa ho iniziato a popolare l'acquario fornendomi dal negozio più fornito della mia zona. Ho inserito 4 Labidochromis Caeruleus e 5 Pseudotropheus Acei tutti di piccola taglia sui 4-5 cm e sono in attesa della terza specie Cynotilapia Afra Jalo Reef che arriverà domani. Ecco una foto dell'acquario adesso..IMG_20220504_200652-mini.jpg

Da qualche giorno però ho notato che buona parte dei pesci a volte tendono a strofinarsi sulla sabbia facendo 2-3 balzelli su di essa sulla pancia o sul fianco. I pesci a parte questo non mostrano puntini bianchi o macchie e sembrano stare bene, sono sempre attivi e mangiano o meglio sbranano tutto in pochi secondi. Cosa può essere? Allego video visto che sono riuscito a beccarne uno.
 

Sertor

Moderatore
Gli acei sono belli, i caeruleus meno: in alcuni manca completamente o quasi il nero sulle pinne, segno di selezione fatta maluccio. Per il resto mi sembrano sani, un qualche strofinamento di tanto in tanto non è preoccupante. Meglio comunque tenere sotto controllo la cute.
 

pippomix

Utente
La cosa che mi preoccupa un po' è che se osservo attentamente (e a distanza, altrimenti se sto vicino pensano alla pappa e si attraccano tutti al vetro) per una decina di minuti, ci sono sempre 3 o 4 pesci diversi che si strofinano con 2-3 rimbalzi sulla sabbia.. Consigli? I Caeruleus dalla foto non sono venuti benissimo ma di sicuro non sono di primissima scelta purtroppo, ma dalle mie parti non è facile trovare di meglio ed è impossibile acquistare online. Comunque due sono abbastanza belli con pinne nere marcate, uno ha solo tre quarti di pinna superiore nera, il quarto invece non è proprio il massimo...ho pure qualche dubbio che sia proprio un Caeruleus in quanto completamente senza traccia di nero e a differenza degli altri ha le pupille degli occhi rosse anziché nere... Allego foto
 

Allegati

  • IMG_20220503_192915-mini2.jpg
    IMG_20220503_192915-mini2.jpg
    642,6 KB · Visite: 9
  • Screenshot_2022-05-04-16-25-06-407_com.miui.gallery.jpg
    Screenshot_2022-05-04-16-25-06-407_com.miui.gallery.jpg
    1,4 MB · Visite: 9
  • Screenshot_2022-05-04-16-24-51-270_com.miui.gallery.jpg
    Screenshot_2022-05-04-16-24-51-270_com.miui.gallery.jpg
    1,4 MB · Visite: 9
  • Screenshot_2022-05-05-21-32-49-383_com.miui.gallery.jpg
    Screenshot_2022-05-05-21-32-49-383_com.miui.gallery.jpg
    1,7 MB · Visite: 9
Ultima modifica:

Sertor

Moderatore
Quello con gli occhi rossi è un albinotico (albino parziale), è possibile che anche gli altri siano portatori dello stesso gene. Sono selezioni artificiali. Per gli sfregamenti, se non sono accompagnati da pinne chiuse e/o alterazioni della mucosa, non mi sembrano preoccupanti. Volendo un po' di sale non guasta (non iodato, 1grammo al litro), ma le piante potrebbero patire.
Guardando meglio gli acei, ho il sospetto che ti abbiano dato esemplari di due popolazioni diverse, ma posso sbagliarmi. Ti hanno detto di quale dovrebbe trattarsi (Itungi, Lwala...)?
 
Ultima modifica:

pippomix

Utente
Cavolo...quindi pessima selezione :( Non saprei, gli altri 3 Caeruleus sembrano piuttosto diversi rispetto a quello con gli occhi rossi (da qui il mio dubbio se fosse anch'esso un Caeruleus) non solo per gli occhi, ma anche per colore, livree pinne...ecc. Per quanto riguarda gli Acei hai visto bene, su 5 esemplari uno è diverso dagli altri. 4 sono sicuramente Itungi (di cui 3 mi sembrano belli e 1 così così più sul grigio scolorito) mentre un esemplare dopo qualche ora in acquario ha completamente cambiato colore ed è sicuramente di un'altra varietà (Luwala?). Diciamo che non sono troppo contento di quello che doveva essere il miglior rivenditore della zona (e uno dei pochissimi a trattare Malawi in provincia di Catania).
 

Sertor

Moderatore
Purtroppo con i negozi "generici" capita. Io collaboro con un negozio qui in zona che adesso ha cambiato fornitore e riesce ad avere dei Malawi buoni, prima era un mezzo disastro. Chi compra platy o Guppy sa benissimo che i suoi pesci dureranno una manciata di mesi e, salvo eccezioni, se anche non sono selezionatissimi vanno bene lo stesso, anzi. I ciclidi sono più longevi, spesso li riproduciamo e vogliamo un ceppo di partenza buono, anche per poter poi cedere facilmente gli esuberi. Questo purtroppo spesso non viene percepito da grossisti e dettaglianti.
 

pippomix

Utente
Ho messo circa 250 grammi di sale non iodato sciogliendo prima in una bacinella ed introducendolo a poco a poco nell'arco dell'intera giornata...speriamo dia qualche risultato. Per la terza specie finalmente il rivenditore ha portato degli esemplari di Cynotilapia Afra Jalo Reef, solo che erano molto piccoli, sui 4 cm scarsi e non è facile stabilirne il sesso. So che per questa specie è molto importante che ci sia un solo maschio (pena zuffe continue o peggio) e 2 o più femmine. Gli esemplari portati in negozio erano 6 ma dopo aver pescato il primo, che a detta del venditore dovrebbe essere maschio, gli altri si sono impauriti e scoloriti diventando tutti uguali e rendendo un'impresa cercare di capirne il sesso. Alla fine mi ha pescato un esemplare che lui riteneva femmina e si è fermato lì perchè probabilmente i rimanenti erano tutti maschi con la promessa di procurarmi le restanti 1/2 femmine la prossima settimana. Arrivato a casa li ho messi in una piccola vasca da 20 litri per la quarantena con qualche grammo di sale mi è sorto il dubbio che siano dello stesso sesso, poichè uno spesso rincorre l'altro per suonargliele...provo a postare delle foto che ne pensate?

Le prime 2 foto sono dell'esemplare che dovrebbe essere maschio secondo il venditore, le seconde 2 foto dovrebbe essere femmina... (devo dire che entrambi durante la giornata cambiano spesso colore e il primo è decisamente più aggressivo del secondo fin dal primo minuto che l'ho inserito nella vasca di quarantena...)

Al venditore ho posto anche il problema degli Acei di cui un esemplare è di diversa varietà rispetto agli altri, lui era disponibile a sostituirmelo ma dopo quasi mezzora di tentativi ho desistito...con tutte le rocce e nascondigli è praticamente impossibile! E ovviamente non ho nessuna intenzione di smontare tutta la vasca...:cautious:

Alla fine mi ha consigliato di provare a formare 2 piccoli gruppetti di acei, 4 esemplari per entrambe le varietà (4 Itungi e 4 Luwala) e quindi aggiungere 3 Luwala in modo che (secondo lui) sia più difficile che si incrocino, essendo varietà di colore molto diverso. 🤔
 

Allegati

  • m1.jpg
    m1.jpg
    348,3 KB · Visite: 6
  • m2.jpg
    m2.jpg
    329,3 KB · Visite: 6
  • f1.jpg
    f1.jpg
    234,7 KB · Visite: 6
  • f2.jpg
    f2.jpg
    311,8 KB · Visite: 6

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Congresso AIC 2022

Anteprima bollettini


Numero 2/2022
• Enigmatochromis lucanusi. Una bella sorpresa dalla Guinea. di Anton Lamboj
• Gli mbuna del gruppo Pseudotropheus elongatus del Lago Malawi di Ad Konings
• La Germania ciclidofila più profonda: Klaus, una radler e tanto Tanganica di Enea Parimbelli

Arretrati

Alto