• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Vasca 300 litri

SteVee78

Utente
Ciao a tutti,

Sto allestendo una vasca da 300 litri (150x40x60) seguendo varie fonti su internet, il prezioso "I Ciclidi del Malawi" e la "bibbia" Malawi Ciclhlids in their natural habitat, 3rd edition comprata negli USA ormai 5 anni fa.
L'allestimento è per Mbuna comprendendo Labidochromis caeruleus, Cynotilapia zebroides e Pseudotropheus Acei (poi mi farete sapere quali e quanti esemplari mi consigliate).

Queste le caratteristiche:
Filtro esterno JBL Cristalprofi e1502 con pompa da 1400 l/h
Skimmer JBL TopClean II
Riscaldatore 200W
Pompa di movimento Hydor Koralia EVO 3200 l/h
Luci integrate nel coperchio dell'acquario Aquatlantis LED da 72 W dimmerabile.

Allestimento:
Pannelli di polistirene estruso da 2cm sul fondo
Fondo con sabbia fine naturale (Leroy M) 30 kg
Rocce calcaree travertino rosa 100/200 (Leroy M) 45 kg
Copertura vetro posteriore e laterale sx

Filtro attivato con cannolicchi dell'altro acquario già maturo da 13 anni e JBL Denitrol.
Acqua di rete trattata con JBL Biotopol.
Valori acqua dopo 20 gg:
pH 8.0
KH 9
NO2 0.0
NO3 10
NH4 0.0

Ho dubbi riguardo il layout: Le rocce in travertino (ho scelto queste perché più leggere) non mi piacciono molto e sono piccole, purtroppo nei garden center commerciali ci sono solo quelle.
Ho però trovato un venditore per professionisti del verde nella mia zona che vende rocce nere ebano 400/600 al quintale. Cosa ne dite? Sono troppo grandi? Qualcuno le ha mai viste o usate? Vendono anche rocce di travertino rosa o anticato da 400mm, ma non so...
Vorrei evitare di appoggiare al vetro di fondo per permettere la pulizia e poggiare al vetro laterale di sx quasi fino al pelo acqua per poi scendere in diagonale verso destra.

Voi cosa mi consigliate?
Grazie a tutti per l'aiuto.
 

Allegati

  • IMG20240505120619.jpg
    IMG20240505120619.jpg
    1,7 MB · Visite: 9
Ultima modifica:
Ciao Stefano, hai un ottima attrezzatura e corredo di informazioni leggendo quei libri.

Sinceramente la rocciata che hai creato è molto lineare e bassa oltre che uniforme.

Ora non conosco le altre rocce e pietre che hai citato, ma potresti anche abbinare delle rocce grandi sintetiche per spezzare la monotonia e rendere tutto più naturale , sfruttando anche la parte medio altra che con le rocce sarebbe popolata dai tuoi mbuna.
 
Grazie,

Ora vedrò di risistemare il layout, intanto ho contattato sia Blue Cichlid che Zio Angelo per pietre in resina... Non so i costi, ma sembrano altini.
Con le rocce nere alte 50 cm (costo 0,55 € al kg, moolto meno di quelle in resina) rischio di sfondare tutto?

Per quanto riguarda i pesi invece comenpunto di partenza pensavo a questo:
Cynotilapia zebroides Ndonga South 1/2
Iodotropheus sprengarae Makokola 1/2
Pseudotropheus polit Lion's Cove 1/2
Chindongo Saulosi Taiwan Reef 1/2
Labidochromis caeruleus Lion’s Cove 1/2
Pseudotropheus acei Luwala 1/3

Ancora grazie
Ciao Stefano, hai un ottima attrezzatura e corredo di informazioni leggendo quei libri.

Sinceramente la rocciata che hai creato è molto lineare e bassa oltre che uniforme.

Ora non conosco le altre rocce e pietre che hai citato, ma potresti anche abbinare delle rocce grandi sintetiche per spezzare la monotonia e rendere tutto più naturale , sfruttando anche la parte medio altra che con le rocce sarebbe popolata dai tuoi mbuna.
 
Ciao Stefano, concordo con le osservazioni di Marco. Appoggiarsi al vetro posteriore è quasi indispensabile per riuscire a ricavare ripari utili (sufficientemente ampi e bui). Inoltre la vasca è relativamente stretta, quindi non è pensabile costruire una rocciata funzionale solo disponendo rocce al centro. Non ti preoccupare troppo delle pulizia, i pesci scavano abbastanza anche nelle tane e le liberano del grosso dei detriti. L'uso di rocce grandi e pesanti potrebbe essere controindicato se il vetro di fondo poggia solo ai lati all'interno di un telaio di plastica, come capita in molte vasche di produzione industriale. Conviene in ogni caso siliconare al vetro di fondo un pannello di materiale plastico per distribuire meglio il carico ed evitare possibili rotture dovute a granelli di sabbia o ghiaia fra vetri e rocce. Sarebbe bene fare lo stesso sul vetro posteriore, anche per ottenere uno sfondo opaco e non riflettente.
 
Ciao Stefano, concordo con le osservazioni di Marco. Appoggiarsi al vetro posteriore è quasi indispensabile per riuscire a ricavare ripari utili (sufficientemente ampi e bui). Inoltre la vasca è relativamente stretta, quindi non è pensabile costruire una rocciata funzionale solo disponendo rocce al centro. Non ti preoccupare troppo delle pulizia, i pesci scavano abbastanza anche nelle tane e le liberano del grosso dei detriti. L'uso di rocce grandi e pesanti potrebbe essere controindicato se il vetro di fondo poggia solo ai lati all'interno di un telaio di plastica, come capita in molte vasche di produzione industriale. Conviene in ogni caso siliconare al vetro di fondo un pannello di materiale plastico per distribuire meglio il carico ed evitare possibili rotture dovute a granelli di sabbia o ghiaia fra vetri e rocce. Sarebbe bene fare lo stesso sul vetro posteriore, anche per ottenere uno sfondo opaco e non riflettente.
Ciao, grazie delle indicazioni. Sul fondo c'è polistirene estruso da 2 cm, la vasca è una Aquatlantis con telaio in alluminio.
Sto seriamente pensando di prendere un layout di rocce in resina cava da Blue Cichlid nonostante il costo importante... Andrei a spendere il quadruplo di rocce vere ma forse è la soluzione più semplice. In quel caso dovrò togliere il polistirene sotto la sabbia?
 
Ottima scelta, io ho quelle dello zio Angelo, molto belle anche quelle. Io il polistirene lo lascerei.
Ho trovato delle rocce usate di Zio Angelo e le ho inserite. Come vi sembra la disposizione? C'è da aggiustare qualche cosa?
 

Allegati

  • IMG_20240529_090211.jpg
    IMG_20240529_090211.jpg
    99 KB · Visite: 8
Visto che allevierai mbuna, tre o quattro bei sassoni li aggiungerei.
Poi guardando la popolazione eviterei la convivenza di caeruleus gialli e saulosi, ho già avuto problemi (più che altro li hanno avuti i gialloni). In alternativa ai saulosi potresti pensare ai demasoni. Questi ultimi sono riuscito a tenerli bene in coppia o in gruppo di almeno 6-7, per stemperare l'aggressività intraspecifica.
 
Ma i 3 o 4 sassoni intendi veri o sempre dello Zio (l'ho già contattato e domani mi fa un preventivo per 3 rocce madri slim... Ho paura del prezzo solo a pensarci!)? E come dovrei disporli? Sopra gli altri? Sulla sabbia non ho più posto.
 
viterei la convivenza di caeruleus gialli e saulosi, ho già avuto problemi (più che altro li hanno avuti i gialloni). In alternativa ai saulosi potresti pensare ai demasoni. Questi ultimi sono riuscito a tenerli bene in coppia o in gruppo di almeno 6-7, per stemperare l'aggressività intraspecifica.
E se invece scartassi i Caeruleus, potrei mettere:
Cynotilapia zebroides Ndonga South 1/2
Iodotropheus sprengarae Makokola 1/2
Pseudotropheus polit Lion's Cove 1/2
Chindongo Saulosi Taiwan Reef 1/3
Pseudotropheus acei Luwala 2/3

Dite che Cynotilapia Zebroides e Chindongo Saulosi se le darebbero?
Cosa consigliate?
 
Ultima modifica:
Li ho tenuti con Cynotilapia zebroides Cobue, che però è parecchio diversa.
Ma quindi cosa mi consigli?
Vorrei tenere i Chindongo Saulosi per la livrea maschio/femmina. Cosa potrei sostituire agli zebroides ? I Cobue hanno le femmine in po' grigi e, non mi entusiasmano.
Melanochromis Chipokae?
 
Ciao,
Ho preso altre rocce e ho modificato il layout.
Sono stato a Le Onde e mi hanno consigliato la seguente popolazione:
Cynotilapia zebroides Ndonga South 5
Iodotropheus sprengarae Makokola 1/2
Pseudotropheus polit Lion's Cove 1/2
Metriaclima Lombardoi 1/2
Melanochromis Chipokae 5

Abbiamo parlato per più di 45 minuti e spero di partire con il piede giusto...
@Sertor cosa ne pensi?
 

Allegati

  • 1000017238.jpg
    1000017238.jpg
    954,4 KB · Visite: 4
Bella popolazione, occhio solo ai lombardoi, che possono essere piuttosto "decisi". L'importante è curare l'alimentazione evitando di usare mangimi troppo proteici e in quantità eccessiva, in modo da avere pesci in taglia e non giganti.
 
Come cibo ho i seguenti:
Tropical Spirulina Super Forte granuli
Tropical Malawi chips
Tropical D-Allio Plus granuli
Vitalis Marine Grazer Mini

Poi darò verdure sbollentare (broccoli e zucchine)
Come cibo surgelato cosa mi consigli e con che frequenza?
 
Con gli mbuna non ne uso. Personalmente con loro preferisco orientarmi su granuli a basso contenuto proteico e fiocchi specifici per Malawi e alla spirulina.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 1/2024

• Lethrinops sp. “auritus lion” Lion’s Cove di Morgan Malvezzi
• Coptodon louka. Un pesce di grande adattabilità di Michel C. W. Keijman
• Tropicali in toscana di Lorenzo Tarocchi e Mario Donida Maglio
• La sfida con il pH. La mia esperienza con Apistogramma mendezi. di Stefano Moneta


Arretrati
Indietro
Alto