• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

Nuova vasca - traslochiamo?

Klyngon

Utente
Ciao a tutti, come molti vi avevano detto e preventivato, dopo poco più di un anno la mia vasca 100*40*50 mi risultava un po' stretta e così ho deciso di prenderne una un pochino più grande (120*40*50). Essendo usata ora dovrò mettermi di buona leba tra vedere che nn perda per una settimanella buona e pulirla. Nel frattempo inizio a pensare cosa potrei farne e in particolare ho in mente due opzioni
A (più realistica)
Trasferire la popolazione della vasca esistente (6similis, di cui due dovrei riportarli a chi me li ha venduti e 4 caudo) ed aggiungere una coppia di leleupi e una di juli ornatus (sarebbero troppi?)
Per fare questo mi domando se non fosse auspicabile evidentemente cambiare tipo di rocce in vasca dato che quelle presenti forse sarebbero poche e da parte ne ho altre ma di colore e natura tot diversa
B (sogno che ha bisogno dell'allenamento di alcuni pianeti per avverarsi)
Mantengo la vasca esistente così come è, prendo un filtro tetra e 800 per la nuova, la faccio maturare e ci metto una bella colonia di tropheus.

Data la quasi impossibilità della B vi chiedo di concentrarvi sulla A per qualsiasi suggerimento soprattutto volto ad incrementare un po' il colore in vasca.
Grazie a tutti!
 

Sertor

Moderatore
Ciao, per i Tropheus la vasca è piccolina, secondo me. Forse dei duboisi, ma non so.
Nella prima ipotesi i similis li terrei tutti e farei un bel prato di conchiglie perché possano fare colonia. Poi aggiungerei una specie, non di più. I leleupi sono molto belli, ma per esperienza so che prendano i conchigliofili, anche quelli non più piccolissimi. Via libera invece per i Julidochromis, oltre a ornatus e transcriptus puoi anche valutare J. dickfeldi.
Se no mantieni la vasca vecchia così com'è e nella nuova fai un Malawi, se vuoi colore ;).
Oppure un altro Tanganica, ci sono tante opzioni.
 

Klyngon

Utente
Ciao @Sertor , effettivamente anche l'opzione malawi non sarebbe malvagia salvo il fatto che dubito riesca a tenere due vasche, potrei metterle una sopra all'altra facendo un mobile ad hoc e mettendo quella piccola praticamente a livello terreno ma ho paura per la tenuta del solaio. Il problema dei similis è semplicemente che sn tutti maschi e si sono spartiti la vasca 😂.
OK per una nuova specie sola, sarei orientato per i leleupi per il colore.
Per le rocce invece? Delle attuali non ne ho altre, potrei integrare con altre grossea di colore diverso, cercando di integrare bene o in alternativa dovrei cambiarle tutte.
Ultima cosa, qualche consiglio specifico per il trasloco?
 

Sertor

Moderatore
Una vasca all males di similis ;)
Se le rocce ti piacciono, non vedo perché non mescolarne due tipi, non è detto che il risultato sia cattivo.
I leleupi ci stanno, con le controindicazioni di cui sopra. D'altra parte sono fra i pesci più belli del lago.
Per il trasloco penso che avrai già capito che converrà riutilizzare il più possibile i materiali della vecchia vasca. La sabbia però puoi pulirla, anzi, meglio darle almeno una bella sciacquata. Per il trasporto dei pesci puoi usare sacchetti o secchi, come ti viene più comodo, considerando anche di poterli mettere in box di polistirolo per evitare sbalzi di temperatura. Per il filtro dipende da quanto durerà il trasloco stesso, se si tratta di una o due ore puoi semplicemente riavviarlo come se avessi fatto una manutenzione, se no userei dei preparati a base di batteri per evitare guai. Mi terrei anche pronto un flacone di un biocondizionatore tipo Seachem Prime,, in grado di abbattere anche i nitriti e l'ammoniaca, da usare appena i pesci dovessero dare segni di sofferenza.
 

Klyngon

Utente
Eh si, c'è chi fa vasche di soli maschi di mbuna o alonocara e io invece di similis. Tra l'altro non so come di comportino miltifasciatus ma i miei similis sono dei veri bulli, si sono spartiti la vasca, uno si fatto il territorio tra le rocce dove non ci sono conchiglie, per questo ero tentato di riportarne un paio, di maschi, nel frattempo ho avuto una riproduzione, magari riesco a portare in età adulta una femmina, chissà, cmq mi convinco sempre più dei leleupi che così gli danno una regolata.
Per il filtro contavo comunque di non fermarlo ma comunque di continuarlo a farlo girare con l'acqua di una bacinella o un secchio.
 

Sertor

Moderatore
Buona idea per il filtro. Con i leleupi però addio riproduzioni di similis.
Anche i maschi di multi tendono a farsi i loro piccoli territori, l'importante è che ci siano molte conchiglie per formare un tappeto abbastanza continuo e consistente, poi con le varie covate la situazione si stabilizza da sola.
 
Ultima modifica:

Klyngon

Utente
E vabbè, qualcosa devo pur sacrificare, tanto immagino che con i julidochromis non cambi molto e almeno avrei un po di colore, alle brutte si riprodurranno i leleupi, tra l'altro ad oggi su tre covate nessun similis è riuscito a diventare adulto quindi mi sn convinto che tanto vadano aspirati e fatti crescere a parte
 

Sertor

Moderatore
I Juli non predano gli avannotti, a differenza dei leleupi. Gli avannotti dei similis e dei multi crescono senza problemi in vasca, di solito. Serve solo il classico "tappeto" di conchiglie e, magari, un po' di cibo finissimo nei primi giorni.
 

Klyngon

Utente
Le prime due non mi sono curato troppo, Sulla terza covata, sto infatti somministrando il sera immunpro mini vicino alle conchiglie dove vivono
 

Klyngon

Utente
Dico un'altra follia, se volessi separare i similis potrei metterli in un vasca di 60cm?? A quel punto oltre a caudo e leleupi cosa potrei mettere nel 240?
 

Sertor

Moderatore
Ci stanno benissimo. Nel 240 potresti mettere una coppia di Altolamprologus compressiceps o calvus, oppure di Julidochromis, o anche Neolamprologus buescheri.
 

Klyngon

Utente
Senza insozzare il post di un altro riposto qui. Se volessi passare al Malawi invece andrebbe bene questa combo?
labidochromis caeruleus (1m-2f)
melanochromis cyaneorhabdos (1m-2f)
cynotilapia zebroides red top likoma (1m-2f)
pseudotropheus-socolofi (1m/2f)


In caso quali mangimi potrei dare cmq agli mbuna, in particolare ho
Shg microgranuli
Tropical d-allio plus in granuli
Tropical spirulina super forte in scaglie (sono quelle che chiamate fiocchi??)
Sera immuno pro mini (che uso per gli avannotti di similis)
Artemie surgelate e liofilizzate
Gammaraus vivi
Thaaanks
 

Sertor

Moderatore
Mi fermerei a tre specie, in 240 litri. I mangimi vanno bene, aggiungerei un mangime specifico per mbuna da alternare agli altri. Artemia non più di una volta a settimana, secondo me.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 4/2022
• Placidochromis sp. “phenochilus Tanzania” di Giorgio Nicolosi
• Smeraldi dall’Amazzonia: Hypselecara temporalis di Lorenzo Nitoglia
• Heterotilapia buttikoferi, zebrati dell’Africa occidentale di Morgan Malvezzi
• WAC 2022. The final edition di Leoni Livio

Arretrati

Alto