• ATTENZIONE
    A seguito della migrazione dalla vecchia alla nuova piattaforma, se avete dei problemi di accesso, prima di fare dei nuovi account, inviate una email a segreteria@aiconline.it e risolvo il problema

È arrivato il momento della scelta

Fabio123

Utente
Ciao a tutti, finlamente dopo 40 giorni la. Mia vasca è pronta per ospitare i nuovi inquilini, vasca misurr 120 lunghezza, 52 Altezza e 47.5, illuminazione led blu e bianca, filtro tetra ex 1200, pompa di movimento e areatori che si accendono ogni tot tramite timer... Ho avito tanti consigli tutti più o meno basati da esperienze conoscenze, ora vorrei proporvi 2 soluzioni

Soluzione n. 1.
caeruleus + acei+ cynotilapia zebroides Cobwe
Rapporto 1M 3 F

Soluzione n. 2

Labidochromis caeruleus
Iodotropheus spergerae
Pseudotropheus elogantus mpanga?

P. S. Più di una persona mi ha sconsigliato gli acei per le dimensioni che raggiungono..
Grazie a chiunque mi darà una mano.. Allego foto vasca
 

Allegati

  • IMG_20220528_190335.jpg
    IMG_20220528_190335.jpg
    1,2 MB · Visite: 9
  • IMG_20220528_190344.jpg
    IMG_20220528_190344.jpg
    1,5 MB · Visite: 10
  • IMG_20220528_190227.jpg
    IMG_20220528_190227.jpg
    1,8 MB · Visite: 10
  • IMG_20220528_190512.jpg
    IMG_20220528_190512.jpg
    1,9 MB · Visite: 10

Sertor

Moderatore
Ciao, in primis mi permetto tre osservazioni sulla vasca. Sul fondo bastano 3 o 4 cm di sabbia, mi sembra che tu ne abbia messa un po' troppa: rischi che si formino zone anossiche che potrebbero portare alla formazione di sostanze pericolose per i pesci.
Nella parte centrale avrei usato rocce più grandi, le tane e i passaggi che hai ottenuto andranno bene per i pesci giovani, ma per gli adulti risulteranno troppo stretti.
Sempre nella parte centrale, mancano barriere visive, il layout ad anfiteatro che hai allestito è bello, ma non favorisce certamente la delimitazione dei territori. In pratica, servirebbero due i tre rocce alte anche lì invece del muretto di sassi relativamente piccoli.
Per la popolazione, visto che hai una base abbastanza ampia, secondo me puoi anche andare sugli acei, meglio quelli neri (che adesso dovrebbero chiamarsi Pseudotropheus eleganza) che rimangono un pochino più piccoli. Visto che anche le femmine, in generale, sono aggressive fra loro (sia pure meno dei maschi) ti suggerisco di restare sui classici trii, con la possibile eccezione degli acei/elegans che sono gregari e che puoi anche tenere in gruppo.
Partirai da esemplari sessati o da gruppi di giovani?
 

Fabio123

Utente
Madonna mia, in pratica devo rimettere mano su tutto? Cmq esemplari sessati... Certo ora togliere la sabbia sarà un problema...
Si chiamano proprio Pseudotropheus Elegnaza o è un errore di battitura?
 

Sertor

Moderatore
Correttore ignorante ;) Pseudotropheus elegans.
Per togliere la sabbia basta un tubo di gomma e aspirarla. Non dico di modificare tutto, basterebbe togliere i sassi centrali e riorganizzare il layout con pezzi più grandi. Il problema è se non hai messo il tappetino, però senza è rischioso, potresti trovarti il lago sul pavimento. Nel caso, meglio intervenire ora che farlo quando avrai già i pesci
 

Fabio123

Utente
No no il tappetino prr sicurezza è su tutto il fondo... Ok allora proverò a modificare, quindi come soluzione dei pesci prediligi la. N. 1?
 

Sertor

Moderatore
Molto bene. Direi di sì, preferisco la prima combinazione perché la Cynotilapia che hai scelto la allevo da almeno 10 anni e ho sempre visto che tende a difendere una tana senza allargarsi troppo, mentre Metriaclima elongatus diventa un po' più grande e rompiscatole.
 

misidori

Amministratore
Ciao Domenico ,per quanto riguarda le popolazioni mi sembrano molto equilibrate entrambe quelle che hai proposto. Poi dipende molto da come le alimenti ,questi pesci tendono sempre a crescere molto di più in acquario. Giuste le osservazioni di Sergio.
Per togliere la sabbia è facile ci metti poco ,puoi eliminarla aspirandola o dragandola con un tubo in gomma come si fa per aspirare il vino dalla damigiana.:Smile 14:
Una volta tolta la sabbia e acqua puoi recuperare, l'acqua e rimetterla in acquario dopo che si è depositata la sabbia.
 

Guida Ciclidi


Nuova edizione Ordinala

Anteprima bollettini


Numero 4/2022
• Placidochromis sp. “phenochilus Tanzania” di Giorgio Nicolosi
• Smeraldi dall’Amazzonia: Hypselecara temporalis di Lorenzo Nitoglia
• Heterotilapia buttikoferi, zebrati dell’Africa occidentale di Morgan Malvezzi
• WAC 2022. The final edition di Leoni Livio

Arretrati

Alto