PDA

Visualizza Versione Completa : "consigli per gli acquisti"



Mauroleo
24-10-2005, 18:13
Ciao a tutti.
In vista di un prossimo trasloco sto valutando la possibilità di ri-allestire la mia vaschetta da circa 80 litri (con filtro esterno "a cestello") per ospitare una coppia o un piccolissimo gruppo mono specie. Essendo assolutamente ignorante in merito ai possibili ospiti "Vittoria, Madagascar, Africa occidentale" chiedo a Voi cultori se esiste qualche specie che si sentirebbe a suo agio in una vasca arredata con rocce e radici e acqua neutra, di media durezza.
Grazie mille!
Ciao,
Mauro

fastfranz
25-10-2005, 14:18
Aluuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuura: ;)

Vittoria (non sono espertissimo ma credo di non sbagliare): NON se ne parla ...

Madagascar: ho - esperienza personale - "problemi di spazio" in 750 lt, sicchè ...

Africa Occidentale: Hemichromis (cercando tra le specie più piccole/calme); Pelvicachromis (a partire dai pulcher - se in coppia e al caso con acqua tenera - va bene tutto ...); Pseudocrenilabrus philander/Anomalochromis thomasi sono due specie su cui, fossi in Te, cercherei altre info ...

Francesco

Semper Cichlidae!!!

Supermassy
26-10-2005, 15:43
Problemi di spazio in 750 litri ???????? alla faccia del gazz' !!!

www.acqualiguria.it

forum.acqualiguria.it

daniela
26-10-2005, 18:21
Scusa quali sono le misure della vasca?

daniela rizzo

Mauroleo
28-10-2005, 08:50
La capacità e di circa 80 litri. Le misure, a memoria, 65x35x35.
Ciao

Marco Martellacci
28-10-2005, 11:16
Io credo che con una superficie del fondo così ci si possa soltanto dirigere verso dei pelvicachromis (africani) o apistogramma (americani) con buona ambientazione (legni, sassi e piante). Gli Hemichromis li vedo un po' troppo aggressivi nella fase iniziale di formazione della coppia (alternativa una coppia affiatata);)

daniela
28-10-2005, 11:40
Concordo, meglio non rischiare. Puoi pensare al massimo a Laetacara curviceps o Cleithacara maroni, ammesso che ancora esistano.;)

daniela rizzo

pike_cichlids
28-10-2005, 13:05
Citazione:Messaggio inserito da daniela

Concordo, meglio non rischiare. Puoi pensare al massimo a Laetacara curviceps o Cleithacara maroni, ammesso che ancora esistano.;)

daniela rizzo


Per "ancora esistano" intendi non modificati o se sono ancora in commercio? Nei negozi comunque sono comuni quelli denominati curviceps e dorsigera e anche i Cleithracara si trovano spesso.
Magari non sono piu' maroni ma di un altro colore.

Ciao Enrico

Marco Martellacci
28-10-2005, 13:18
Tra i Lætacara potresti provare con i dorsigera, che non si discostano nei comportamenti dai curviceps ma hanno una colorazione bellissima. Sono tra quelli che (se avessi spazio) li alleverei (se avessi spazio vuol dire che ci sono almeno altre 70-80 vasche in cui alleverei quasi tutti i biotopi con ciclidi[:p][:p][:p])

pike_cichlids
28-10-2005, 13:40
Citazione:Messaggio inserito da Marco Martellacci

Tra i Lætacara potresti provare con i dorsigera, che non si discostano nei comportamenti dai curviceps ma hanno una colorazione bellissima.


Da quello che ho potuto vedere le dorsigera hanno un'aggressivita' intraspecifica piu' bassa rispetto a curviceps e thayeri ma magari erano solo le mie che erano un po' rimbambite. E comunque vanno benissimo anche in un'acqua non tenera come richiesto e almeno si vedono un po', perche' se le tieni in una vasca di piante sono praticamente invisibili. Dopo gli Hypselecara penso che siano fra i ciclidi piu' timidi.

Ciao Enrico

daniela
28-10-2005, 14:07
Sì intendevo dire se si trovano ancora nei negozi e se hanno una qualità accettabile, gli ultimi C. maroni erano un sottoprodotto ceco e vi assicuro che facevano piangere. Per le L. dorsigera c'è un solo problema, il maschio può crescere parecchio di più rispetto alla femmina ed in uno spazio limitato l'aggressività è più facile che si scateni. Io ho riprodotto una coppia in una vasca lunga 80 cm e ho avuto problemi solo quando la femmina voleva continuare a curare i piccoli mentre il maschio voleva riprodursi di nuovo.
[B)]

daniela rizzo

pike_cichlids
28-10-2005, 15:37
Citazione:Messaggio inserito da daniela

Sì intendevo dire se si trovano ancora nei negozi e se hanno una qualità accettabile, gli ultimi C. maroni erano un sottoprodotto ceco e vi assicuro che facevano piangere. Per le L. dorsigera c'è un solo problema, il maschio può crescere parecchio di più rispetto alla femmina ed in uno spazio limitato l'aggressività è più facile che si scateni. Io ho riprodotto una coppia in una vasca lunga 80 cm e ho avuto problemi solo quando la femmina voleva continuare a curare i piccoli mentre il maschio voleva riprodursi di nuovo.
[B)]

daniela rizzo

pike_cichlids
28-10-2005, 15:45
Citazione:Messaggio inserito da daniela

Sì intendevo dire se si trovano ancora nei negozi e se hanno una qualità accettabile, gli ultimi C. maroni erano un sottoprodotto ceco e vi assicuro che facevano piangere. Per le L. dorsigera c'è un solo problema, il maschio può crescere parecchio di più rispetto alla femmina ed in uno spazio limitato l'aggressività è più facile che si scateni. Io ho riprodotto una coppia in una vasca lunga 80 cm e ho avuto problemi solo quando la femmina voleva continuare a curare i piccoli mentre il maschio voleva riprodursi di nuovo.
[B)]

daniela rizzo

Da me la differenza di taglia non era eccessiva (2 cm.) e il maschio mostrava si atteggiamente aggressivi ma la femmina anche senza piccoli poteva rispondergli con cattiveria. Avendo una vasca + grande, probabilmente anche ciclidi reputati monogami riescono ad haremizzare...., boh. E comunque se ci sono dei coinquilini l'aggressivita' e' + contenuta. Io insieme avevo nannostomus e carnegiella. Come livrea nei negozi si trova solo quella con il rosso molto scuro quasi vino che mi sembra sia zona pantanal mentre l'altra rosso vivo (non mi ricordo la provenienza) e' praticamente inesistente. Comunque nonostante in foto non renda ha una colorazione spettacolare. Per i maroni e' vero..., sono molto scadenti.

Ciao Enrico

Ciao Enrico

Mauroleo
31-10-2005, 16:26
Prima di tutto grazie mille per le cortesi risposte: in effetti, viste le foto, mi piace molto Laetacara dorsigera.
Mi hanno parlato anche di Archocentrina multispinosus (o Herotilapia multispinosa, o Heros multispinosus)... qualcuno ha esperienze al riguardo? E soprattutto: esistono?
Grazie.
Mauro

pike_cichlids
02-11-2005, 15:46
Citazione:Messaggio inserito da Mauroleo


E soprattutto: esistono?


Si trovano spesso nei negozi.

Ciao Enrico

Mauroleo
16-11-2005, 11:07
E qualcuno ha esperienze di allevamento di questa specie?

livleo
16-11-2005, 11:32
Il nome Archocentrina da dove è spuntato?
Non l'ho mai incontrato. Credo che il nome corretto attualmente sia Herotilapia e che al massimo Archocentrus sia un sinonimo.
Dove lo hai sentito? Sono curioso di sapere la fonte. Scusa, la sistematica dei Ciclidi mi appassiona.
Livio

PS: lo so, lo so, sono tra i pochi che si "gasano" per i nomi, ma sono fatto così.:):)


Citazione:Messaggio inserito da Mauroleo

Mi hanno parlato anche di Archocentrina multispinosus (o Herotilapia multispinosa, o Heros multispinosusMauro

cyatide
17-11-2005, 08:51
Livio,

il nome Archocentrina, l'ho trovato sul n°1 de L'an Cichlidé (2001) dove Allgayer introduce la sottotribù, per l'appunto, Archocentrina che conterrebbe i generi Cryptoheros, Archocentrus e Herotilapia.
La specie spinosissimus dovrebbe essere l'unica del genere Archocentrus e multispinosa l'unica di Herotilapia.

Ciao, Paolo

livleo
17-11-2005, 10:19
Ah ecco, è una sottotribù. Mi suonava male il nome messo come genere.
L'articolo lo possiedo anch'io, ma purtroppo non me lo ricordo bene.:(:(
Livio


Citazione:Messaggio inserito da cyatide

Livio,

il nome Archocentrina, l'ho trovato sul n°1 de L'an Cichlidé (2001) dove Allgayer introduce la sottotribù, per l'appunto, Archocentrina che conterrebbe i generi Cryptoheros, Archocentrus e Herotilapia.
La specie spinosissimus dovrebbe essere l'unica del genere Archocentrus e multispinosa l'unica di Herotilapia.

Ciao, Paolo

giannighezzi
17-11-2005, 11:04
Paolo confermo che sei un enciclopedia vivente...
rimane il fatto che comunque la sistematica dei centro-sud americani non è ancora chiarissima...

NicolòArmagni
17-11-2005, 11:49
Invece per i ciclidi africani....pure

livleo
17-11-2005, 11:56
La sistematica è una teoria scientifica e come ogni rispettabilissima teoria rispecchia le conoscenze (e idee) del periodo di formulazione.
Livio


Citazione:Messaggio inserito da giannighezzi

Paolo confermo che sei un enciclopedia vivente...
rimane il fatto che comunque la sistematica dei centro-sud americani non è ancora chiarissima...

NicolòArmagni
17-11-2005, 13:18
Giustissimo!!!
Inoltre, a mio parere, molti aspetti della sistematica e tassonomia, sono forzature umane atte ad incasellare e catalagore la materia vivente, con il fine di ottenere un disegno chiaro della situazione; disegno, che come affermi tu, Livio, è costantemente modificato,sovrascritto e cancellato in certi punti ....
La "Natura", penso abbia un metodo di scrittura molto diverso dal nostro, dove i pixel potrebbero essere rappresentati da pool o segmenti genici, rimescolati, modificati e riarrangiati per adattarsi ad un grande foglio di lavoro, costituito dalle risorse presenti sul pianeta.....

giannighezzi
17-11-2005, 13:39
da spalaletame a biologo in un battibaleno........sei pieno di sorprese.....

NicolòArmagni
17-11-2005, 14:11
Silenzio, ANTI-BIOTICO!!!

giannighezzi
18-11-2005, 00:27
.....infame......

pike_cichlids
18-11-2005, 16:20
Citazione:Messaggio inserito da cyatide


La specie spinosissimus dovrebbe essere l'unica del genere Archocentrus e multispinosa l'unica di Herotilapia.


Se non ricordo male secondo Allgayer gli Archocentrus sono 2:
spinosissimus e centrarchus.

Ciao Enrico

pike_cichlids
18-11-2005, 16:20
Citazione:Messaggio inserito da cyatide


La specie spinosissimus dovrebbe essere l'unica del genere Archocentrus e multispinosa l'unica di Herotilapia.


Se non ricordo male secondo Allgayer gli Archocentrus sono 2:
spinosissimus e centrarchus.

Ciao Enrico

pike_cichlids
20-11-2005, 15:48
Citazione:Messaggio inserito da cyatide


La specie spinosissimus dovrebbe essere l'unica del genere Archocentrus


Se non ricordo male (e' roba del 2001 o del 2002) secondo Allgayer anche il centrarchus e' Archocentrus.

Ciao Enrico

pike_cichlids
20-11-2005, 15:48
Citazione:Messaggio inserito da cyatide


La specie spinosissimus dovrebbe essere l'unica del genere Archocentrus


Se non ricordo male (e' roba del 2001 o del 2002) secondo Allgayer anche il centrarchus e' Archocentrus.

Ciao Enrico

cyatide
20-11-2005, 18:44
Hai ragione, Enrico (ho controllato)!

Ciao, Paolo

cyatide
20-11-2005, 18:44
Hai ragione, Enrico (ho controllato)!

Ciao, Paolo

pike_cichlids
20-11-2005, 19:54
Citazione:Messaggio inserito da cyatide

Hai ragione, Enrico (ho controllato)!

Ciao, Paolo


Scusate per il msg ripetuto ma non vedevo il primo.
In generale gli Archocentrus rispetto ai Crypto hanno il corpo piu' allungato e piu' raggi nell'anale.
Comunque secondo C. Perez gli Archocentrus dovrebbero essere addirittura Amphilophus.

Ciao Enrico

pike_cichlids
20-11-2005, 19:54
Citazione:Messaggio inserito da cyatide

Hai ragione, Enrico (ho controllato)!

Ciao, Paolo


Scusate per il msg ripetuto ma non vedevo il primo.
In generale gli Archocentrus rispetto ai Crypto hanno il corpo piu' allungato e piu' raggi nell'anale.
Comunque secondo C. Perez gli Archocentrus dovrebbero essere addirittura Amphilophus.

Ciao Enrico