PDA

Visualizza Versione Completa : Il Lago Vittoria un Gigante che sta Muorendo



Victoria Lake
28-11-2010, 17:28
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101128172730_Immagine.JPG
17,57 KB

Nel 1858 l’esploratore inglese John Speke, alla ricerca delle leggendarie fonti del nilo si imbattè in quello che venne nominato il Lago Vittoria, ossia il più grande lago Tropicale del Mondo, con un’estensione di 42,735 km.
(pari a 3 volte emmezzo l'estensione della sicilia).

Talmente grande che un ignaro visitatore giungendo alle sue sponde potrebbe pensare di essere daventi ad un mare.
Talmente vasto che quando di notte i pescatori escano a pesca, i lunimi posti sulle loro barche se visti da un’altura potrebbero illuderti di trovarti di fronte ad una sterminata citta.

Ma e curioso pensare che questo Gigante solo 12.500 anni fa non esisteva, al suo posto vi era una sterminata prateria, e questo rende il Vittoria anche il più giovane dei tre del Rift Lake Africano.

Ma la cosa stupefacente è che rende Unica la storia del Vittoria e che in soli 12.000 anni si sono sviluppate oltre 500 specie differenti di pesci, tutte discendenti da un progenitore comune, il Furu, appartenente alla famiglia haplocromis.
Questa esplosione di vita è vista dagli scienziati come un vero e proprio record per la storia dell’evoluzione.

immagine tratta da : http://www.cichlidae.com/section.php?id=24&lang=es
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101128171049_FURU.jpg
83,61 KB
[u]Ma tutto questo non è altro che il sogno di un Gigante che sta morendo</u>.
Nel Lago vi è in atto una delle più grandi estinzioni di massa attualmente corso nel nostro pianeta.

Negli anni 50 i coloni Inglesi introdussero Lates niloticus e il Oreochromis niloticus (Tilapia del Nilo).
Il Lates niloticus è un predatore, e si crede sia la maggior ragione del declino dei ciclidi endemici.
Immagine tratta da : http://library.thinkquest.org/03oct/00946/accounts/fish.htm
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101128165921_nile_perch.jpg
27,22 KB

L’Oreochrmois niloticus, è un pesce che mangia plankton e che probabilmente compete per il cibo con alcune delle specie.

Questi pesci furono introdotti per fornire una fonte di cibo per molti paesi, ma crescendo molto di più dei ciclidi del lago ed avendo un comportamento predatotio mettono a serio rischio la sopravvivenza dei ciclidi del Lago stesso.

Recenti studi hanno portati gli scenziati a ritenere che l’introduzione di questi predatori, pur essendo la principale causa del suo declino non può giustificare un'estinzione così rapida e di tale portata da non riuscire ad arrestarla.
Negli ultimi anni sono state formulate ulteriori teorie, una delle quali prende in esame l’esplosione demografica avvenuta attorno al lago, che negli ultimi decenni ha contribuito ad un’aumento dell’inquinamento, con conseguente riduzione dei livelli di ossigeno in fondo al Lago, e conseguente proliferazione di alghe che oggi risultano essere dieci volte superiori quelle degli anni 60.
Queste alghe morendo inquinano ulteriormente il lago, abbattendo quindi ulteriormente il livello di ossigeno e contribuendo ancor di più alla proliferazione delle alghe stesse, creando così un circolo infinito che sta trasformando il Lago Victoria in un “lago morto”.

Il conseguente inquinamento ha ridotto I livelli di visibilità da 5 metri negli anni 30 a meno di un metro nel 1990. E pare che la visibilità così scarsa per dei ciclidi di colori brillanti come quelli del Lago Victoria dia problemi nell’identificazione dei loro compagni, causando un calo nelle riproduzioni.

Questo ha anche un grande impatto sulla gente che vive attorno al Lago Victoria. Con queste esplosioni di alghe, aumenta anche il pericolo di cianobatteri, causando ulteriori malattie nella popolazione umana.

Oltre a questo problema di crescita di alghe c’è anche il problema dello sviluppo del Giacinto d’Acqua. Questa pianta non si è vista fino al 1989, ma da allora è esplosa soffocando porti e baie.

[u]Il Vittoria è quindi un giovane Gigante che sta morendo e che come tutti vorrebbe che venisse un giorno ricordato per quello che era, e non per quello che è.</u>

Nel tenere i ciclidi, non dimenticatevi del lago Victoria e di quei suoi coloratissimi Ciclidi molti dei quali esistono ancora solo perché ospitati negli acquari di pochi appassionati.

[u]Solo non dimenticandoci di loro, possiamo trasformare quella che è una passione per la ciclofidia, in una qualcosa che va oltre...</u>


Immagine tratta da: http://www.petfish.net/kb/entry/395/
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/2010112816400_haplo44_blair.jpg
43,98 KB

livleo
28-11-2010, 19:04
Hai ragione.
Sul fatto che il lago Vittoria si sia seccato del tutto però non tutti gli studiosi sono d'accordo. Alcuni studi sembrano evidenziare che siano rimaste delle "pozze" (in senso metaforico ovviamente). Il problema è che ora non riesco a ricordare lo studio che contrasta la visione del prosciugamento totale. Lo studioso mi pare sia fryer. Appena riesco controllo la referenza. Per il resto comunque i ciclidi del lago Vittoria rappresentano una delle speciazioni più veloci della storia.

Victoria Lake
29-11-2010, 09:17
Immagino che con il termine "seccato del tutto " tu intendi dire che si è svuotato della sua popolazione.

Voglio sottolineare che quanto scritto sopra "che è liberamente inspirato da tutta una seria di articoli trovati in vari siti".
E che vorrei evidenzianre evidenziare ua situazione precaria della popolazione dei Ciclidi Vittoriani.
Dove molti di questi sono oramai estinti altri sono presenti solo presso gli acquari di allevatori, e molti altri sopravvivono a stento.

big gim
29-11-2010, 11:28
l'umano e' come un tumore incurabile che pian piano demolisce inrimediabilmente la natura e tutte le sue specie, gli errori fatti in passato dall'uomo spesso e volentieri oggi sono danni inreparabili:(:(....speriamo bene.....

livleo
29-11-2010, 15:06
Per seccato intendo prosciugato. Il lago in passato si è prosciugato quasi totalmente.

L'aspetto sorprendente è che i ciclidi stanno davvero tornando, intendo dopo il collasso dovuto alla perca del nilo, anche se molte delle popolazioni hanno caratteristiche nuove che in precedenza non erano mai emerse.







Victoria Lake ha scritto:

Immagino che con il termine "seccato del tutto " tu intendi dire che si è svuotato della sua popolazione.

Voglio sottolineare che quanto scritto sopra "che è liberamente inspirato da tutta una seria di articoli trovati in vari siti".
E che vorrei evidenzianre evidenziare ua situazione precaria della popolazione dei Ciclidi Vittoriani.
Dove molti di questi sono oramai estinti altri sono presenti solo presso gli acquari di allevatori, e molti altri sopravvivono a stento.

Victoria Lake
29-11-2010, 15:36
Questa, del prosciugamento, è una cosa che non sapevo, e che tra l'altro non riesco a trovare.
Ma stiamo parlando di quanto tempo fà??? Decenni - secoli - o millenni fà??

Potresti darmi maggiori dettagli? Poichè questo argomento mi intaressa particolarmente.

livleo
29-11-2010, 18:48
L'hai scritto anche tu: 12.500 anni fa il lago Vittoria non c'era. Ti aggiungo io che era prosciugato.
Ti metto il link a wikipedia: http://en.wikipedia.org/wiki/Lake_Victoria
Qui trovi il riassunto del lavoro di Fryer che critica l'ipotesi del prosciugamento totale
http://www.springerlink.com/content/q02578836660u426/
e qui un altro riassunto
http://www.springerlink.com/content/n2h451l8j25g7256/
Riassumendo: il lago Vittoria si è prosciugato almeno tre volte nella sua storia. I litiganti però dibattono sul fatto che il prosciugamento sia totale o no. Se si è prosciugato totalmente allora tutti i ciclidi del vittoria si sono evoluti in solo 12.500 anni, altrimenti hanno impiegato più tempo.