PDA

Visualizza Versione Completa : Pundamilla nyererei - Il fascino del cattivo



Victoria Lake
16-11-2010, 20:59
Ammesso sia vero che, più i pesci sono colorati e più sono aggressivi, il Nyererei ne sarebbe la prova!!
Tanto colorato quanto intollerante alla presenza di competitori.

Ne esistono diverse tipologie di Nyererei ne elencherò solo acune, quelle che ritengo essere le più rappresentative.
Le varie tipologie, sono state originariamete denominate in base ai luoghi di pesca.
Seguono le primcipali classificazioni (non me ne vogliano i puristi per le eventuali dimenticanze):
([u]tutte le immagini sono state scaricate da Internet</u>)

Pundamilia nyererei Makobe Island
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/2010111620032_Maboke Island.JPG
4,89 KB

Pundamilia nyererei Ankor Island
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101116192246_Nyererei.JPG
68,36 KB

Pundamilia. nyererei Crimson Tide
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101116191923_Crimson Tide.JPG
50,79 KB

Pundamilia. nyererei Red Flank
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101116192143_Red Flank.JPG
44,92 KB

Solo successivamente si è scoperto che questi pesci convivono spesso negli stessi luoghi, facendo quindi perdere il valore alla nomenclatura per luogo di pesca.

La taglia di questi pesci, ad eccezione della tipologia Maboke Island e di 8/10 cm; mentre i Maboke Island superano tranquillamente i 10cm (Il mio primo maschio sfiorava i 15cm)

Le femmine di Nyererei sono abbastanza incolore:
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/2010111619321_Nywererei femmine.JPG
37,67 KB
Anche se presentano sempre una sfumatura di colore più o meno accennata, ad eccezione delle Red Flank che hanno una leggera macchia rossa sul fianco:
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101116203627_Red Flank Femmina.JPG
48,61 KB

e delle Maboke Island che da adulte presentano una colorazione tendente al granata.

Io personalemte allevo le tipologie:
Makobe Island e Routi Island.

Le due specie le allevo separatamente in acquari con layout esclusivamente roccioso e fondo sabbioso. Adopero acqua del rubinetto biocondizionata. So quasi per certo che non rovinano le piante, ma non avendo esperienza i proposito vi lascio nel bubbio!
Non hanno problemi di alimentazione, poichè sono dei gran mangioni e mangiano di tutto.

I maschi stressano tantissimo le femmine, motivo per cui è necessario introdurre 2/3 femmine per ogni maschio e molti nascondigli, dove le femmine passeranno la maggiorparte del tempo.

Sono comunque delle macchine da riproduzione arrivano fino a 50 avannotti per deposizione, una cucciolata ogni 3 mesi di media.

L'ultima covata mi ha regalato ben 30 di avannotti di Ruti Island.

Ho riscontrato che amano molto la competizione, di fatti l'ultima riproduzione è avventa un mese dopo l'introduzione in vasca di un secondo maschio. (che ho dovuto separare perche ridotto quasi in fin di vita dal dominante di cui segue la foto)
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101116201030_ridotta.JPG
130,28 KB

[u]COMPATIBILITA</u>

Arrivano le note dolenti...

Un pò come accade per altri ciclidi del Malawi, i Nyererei sono facilmente Ibridabili con molte altre specie del Vittoria in oarticolare che tutti gli Haplochromis.

Motivo per cui, alcuni li abbinano con gli Mbuma del Malawi " in vasche molto grandi Aggiungo io".

Se però non interessano che le riproduzioni vadano a buon fine (o si è disposti a controllare gli accoppiamenti in vasca), conosco gente che li ha allevati con successo insieme ad altri Vittoriani come :

Haplocromis CH44
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101116201627_ch44.jpg
17,61 KB
Anch'essi tanto belli quanto aggressivi

Astotilapia Aenencolo (del lago Edward)
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/20101116202015_Astatotilapia_aeneocolor.jpg
84,16 KB

Chiaramente per questo genere di combinazioni parliamo di vasche che devono andare dai 150 cm in su con un opportuno Layout ricco di anfratti !!!

Solo se si predispone tutto al meglio si riuscira ad avere una vascha strabiliante, con scene come queste senza che terminino in tragedia!!

Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/2010111620239_Haplo All Red.jpg
31,35 KB
[8)]

SPERO TANTO DI AVER SUSCITATO IL VOSTRO INTERESSE E NON AVERVI ANNOIATI!!!!
[:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)][:o)]

msobo
17-11-2010, 09:01
Ciao Alex, molto interessante per tutti noi. [:p]
Unica cosa: quando posti le foto trovate in internet non basta dire che sono state scaricate dallo stesso ma bisognerebbe indicare i siti da dove le hai prese. Puoi farlo per ogni foto o indicare in un unica frase i siti da dove hai preso le foto.

Comunque, quasi quasi, una vasca Vittoria me la faccio anch'io.
:D:D

gsaporita
17-11-2010, 09:58
Sono animali molto belli e lo riconfermo come in precedenza, io li ho avuti e
mi sta venendo un pò la voglia di ricominciare, se non fosse per la difficilissima
individuazione delle femmine ricomincerei (credetemi).
Ma come si fa a trovare un maschio e due femmine che non siano già ibridi?
Una domanda dove la risposta è quasi impossibile (naturalmente per le mie
modeste conoscenze).

Un saluto
Gioacchino.

Victoria Lake
17-11-2010, 10:16
Per quanto riguarda l'indicazione del sito da dove provengono le foto, mi scuso, ma sono immagini che ho sul mio computer da tempo, e che non ricordo da dove le avevo scaricate. Ma dora in avanti ci starò più attento.

Per l'individuazione degli esemplari puri?
Credo sia certamente la cosa più complicata, ma io faccio così:
1 - Parto innanzitutto da un fornitore accreditato .
2 - Scruto attentamente il maschio confrontandolo con tutte le foto che trovo in giro, se questo sembra essere "puro" tento l'accoppiamento con le femmine.
3 - Se la cucciolata genera giovani maschi "puri" be con ogni probabilità anche le femmine sono "pure".

[u]non conosco altro metodo!</u>

Ricerca e dedizione... ne più e ne meno che come si fa per i ciclidi del Malawi...:D:D:D:D:D:D

msobo
17-11-2010, 10:24
Victoria Lake ha scritto:

.....
Per l'individuazione degli esemplari puri?
Credo sia certamente la cosa più complicata, ma io faccio così:
1 - Parto innanzitutto da un fornitore accreditato .
2 - Scruto attentamente il maschio confrontandolo con tutte le foto che trovo in giro, se questo sembra essere "puro" tento l'accoppiamento con le femmine.
3 - Se la cucciolata genera giovani maschi "puri" be con ogni probabilità anche le femmine sono "pure".

[u]non conosco altro metodo!</u>



Gioacchino ti basta prendere i piccoli "puri" da Alex.
Semplicissimo:D:D
A parte gli scherzi, quello che dici mi sembra la cosa più sicura da fare. Certo che se i nati non fossero "puri" ti ritocca partire da capo, altre femmine ed eventualmente altri maschi.
Questo perchè non sempre un ibrido da origine ad una progenie diversa da una delle specie di provenienza, molto facile ma non sempre.
;)

gsaporita
17-11-2010, 10:25
Victoria Lake ha scritto:


[u]non conosco altro metodo!</u>


Infatti non ci sono altri metodi...ci sono solo tanti interrogativi,
l'unica cosa che si può fare sarebbe solo quello che ha fatto
il vecchio proprietario dei miei Haplo, essendo un medico ha i
mezzi per poterlo fare, mezzi, che sono esageratamente costosi. [8)]

Affettuosamente,
Gioacchino.

Victoria Lake
17-11-2010, 10:37
Però non ho capito cosa ha fatto il veterinario dei tuoi Haplo....

Io comunque ho fatto come suggerito da msobo... solo che l'Alex di quella volta era una fagazza di Firenze, che aveva una bellissima coppia di CH44, con tutta la progenee.
o speso mezzora per scrutare il padre, e mezzora per scrutare i figli maschi. La ragazza non vedeva lora che me ne andassi!!!!!:D

Ma per i Nyererei ci sono teorie un pò strane sull'ibridazione, questo perchè convivono ovunqye nel lago tutti insieme.

Alcui dicono che potrebbero essere cone gli astronotus, che da uno green ed uno red nascono tanti green e tanti red ed i cuccioli non riportano alcun'altra variante di colore. (spero di non aver detto una stupidaggine!)

msobo
17-11-2010, 10:45
Victoria Lake ha scritto:

....era una fagazza di Firenze, che aveva una bellissima coppia di CH44, con tutta la progenee.
o speso mezzora per scrutare il padre, e mezzora per scrutare i figli maschi. La ragazza non vedeva lora che me ne andassi!!!!!:D


Era chiaro non vedesse l'ora. Uno con tutto quello che poteva guardare....
... proprio i pesci? :D:D


Victoria Lake ha scritto:



Ma per i Nyererei ci sono teorie un pò strane sull'ibridazione, questo perchè convivono ovunqye nel lago tutti insieme.

Alcui dicono che potrebbero essere cone gli astronotus, che da uno green ed uno red nascono tanti green e tanti red ed i cuccioli non riportano alcun'altra variante di colore. (spero di non aver detto una stupidaggine!)




Non sarebbero gli unici.

Victoria Lake
17-11-2010, 10:49
..........:D in effetti ripensandoci, potrebbe essere propio questa la ragione .....

"non lerebbero gli unici" spero tu non ti riferisca alle stupidaggini?:D:D:D

Quali altri ciclidi hanno la stessa caratteristica descritta??

msobo
17-11-2010, 11:01
Victoria Lake ha scritto:

..........:D in effetti ripensandoci, potrebbe essere propio questa la ragione .....

"non lerebbero gli unici" spero tu non ti riferisca alle stupidaggini?:D:D:D

Quali altri ciclidi hanno la stessa caratteristica descritta??


non mi riferivo alle stupidaggini. :D
Io non sono biologo e sicuramente sbaglierò.
I casi potrebbero essere due. O sono specie distinte, che però in natura non dovrebbero ibridarsi (è una delle cose a fondamento dell'idea di specie) o sono un unica specie, con colorazioni diverse. Se così fosse, ci sono anche alcune specie del Tanganica. Per esempio i vari Cyprichromis: in una stessa popolazione troviamo pinne gialle e pinne blu. E la progenie non nasce con mezza pinnablu e mezza gialla, nasce o pinne blu o gialle.
Non vorrei, ma ti ripeto non conosco studi sul pesci del Vittoria, che fossimo di fronte alla stessa cosa, di fronte ad un unica specie e che le "varietà" che dici non siano razze distinte.
Certo la femmina dei Red Flank, contraddice un po' la cosa.

Victoria Lake
17-11-2010, 11:09
Sarebbe bello approfondire la cosa.
Tieni comunque presente che le femmine di red flank hanno la macchia rossia i ruti island un alone giallo ecc...
Io sinceramente vorrei provare a verificare la teoria con una cucciolata di Makobe Island.

Ma il problema è che i maschi acquistano il massimo della loro colorazione solo se dominanti e magari in presenza di altri maschi! Questo si traduce in creare altre 2/3 vasche distinte così da avere tre dominanti!

Unico problema... ho gia 6 vasche!!!
ed ho promesso a mia moglie 1 gatto ongi 3 vasche, ed a me i gatti non piacciono!!!!

:)

gsaporita
17-11-2010, 11:10
:D:D:D.. Ste femmine :D:D:D.

:D:D:DSono sempre loro..:D:D:D

Naturalmente non sto parlando di tua moglie...
ma delle femmine che accennava poco fa Ivan.

Victoria Lake
17-11-2010, 11:30
Vedete... quello che tutti dicono essere la principale ragione per cui non si avvicinano al Vittoria è proprio la storia dell'ibridazione.

Ma in realta, io non riesco a capire qual'è la reale ragione!!!

Alla fine la riscerca di un "Halpo all red" puro o di un "Astotilapia Nubila " presenta le stesse difficolta che si trovano nel ricercare delle Aulonocara Ruby Green o ogni genere di Aulonocara.

[u]Chi è in grado di valutare la purezza delle loro femmine????</u>

Sarebbe bello se aprissimo un post per evidenziare questo falso problema!!
che ne dite??

msobo
17-11-2010, 11:44
Victoria Lake ha scritto:

Vedete... quello che tutti dicono essere la principale ragione per cui non si avvicinano al Vittoria è proprio la storia dell'ibridazione.

Ma in realta, io non riesco a capire qual'è la reale ragione!!!

Alla fine la riscerca di un "Halpo all red" puro o di un "Astotilapia Nubila " presenta le stesse difficolta che si trovano nel ricercare delle Aulonocara Ruby Green o ogni genere di Aulonocara.

[u]Chi è in grado di valutare la purezza delle loro femmine????</u>

Sarebbe bello se aprissimo un post per evidenziare questo falso problema!!
che ne dite??

Non è un "falso problema" è un grande problema, che come dici tu, andando a "acquistare" un pesce da uno di fiducia viene molte volte risolto. Vuoi perchè chi te lo da è un appassionato serio, vuoi perchè non conviene neanche a lui dare in giro ibridi. Sarebbe una pessima pubblicità.
Secondo me quello che porta molti a non confrontarsi con i pesci del Vittoria, non è tanto non trovare pesci non ibridati, ma sono le possibili ibridazioni che possono avvenire nel proprio acquario.
GLi ibridi negli acquari sono tanti, Malawi, Tanganica, Centro e Sud America.
Il problema del Vittoria è che le specie tendono più che nel Malawi e nel Tanganica, ed anche con le dovute accortezze, ad ibridarsi tra loro. A meno che uno non abbia 2 gatti, sei acquari e sei specie di ciclidi del Vittoria, una per ogni acquario. ;)

Victoria Lake
17-11-2010, 12:08
Be in effetti i due gatti sono un problema!!! :)

Faccio una battuta ripresa pari da una vecchia discussione postata in un forum inglese!!!

Non stiamo parlando di un lago situato in un'altro pianeta ma solo di un lago poco conosciuto!!!:) Dove questa poca conoscenza porta alla proliferazione di leggende e pregiudizi!!
Il Vittoria non è molto differente dal Malawi e Tanganica.
Ma è solo la sua tragica storia ad essere differente!!

Fai una vasca Malawi con 2 tipologie di Pseudotropheus o 2 di Aulonocara, incappi certamente nel rischio di Inbridazione...

Fai un tanganica con dei Frontosa Burundi e Zaire, incappi nel rischio di Inbridazione.

Fai un Vittoria con dei Nyererei e dei CH44 incappi nel rischio di ibridazione.

Ma se fai un Vittoria con dei RockRibensis, dei Haplo e dei Degeni...
Questi non solo non si ibrideranno ma avrei anche un acquario Bello Colorato Bilanciato e sopratutto interessante nei comportamenti! (forse un pò chiassoso!!) :D:D

Posto qualche foto [8D][8D]( non conosco la provenienza!!)[8D][8D]

Paralabidochromis Rock Ribensis
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/2010111711588_Paralabidochromis Rock kribensis M.jpg
106,75*KB

Platytaeniodus degeni
Immagine:
http://www.ciclidi.net/public/data/Victoria Lake/2010111712126_Platytaeniodus degeni.jpg
5,29*KB

Nene
17-11-2010, 14:44
Sulla questione esemplari puri,
domanda idiota (ma la faccio comunque): ma non c'è proprio nessuno che importa selvatici?
So che molte delle specie sono rarissime in natura ma succede anche per i ciclidi di malawi e tanganyika che specie che in teoria non si possono pescare vengano pescate comunque seppur una volta ogni morte di papa. Vedi i vari duboisi maswa (in teoria è 10 anni che non si possono più pescare) o pesci provenienti da parchi tipo quello del mahale (petro red e compagnia bella).
Se non importatori commerciali probabilmente qualche studioso che ha pesci selvatici per farci degli studi scientifici c'è, o proprio nessuno se le fila queste specie del vittoria?

A68
17-11-2010, 17:05
Mi pareva che in un altra discussione sul forum, o forse l'avevo sentito a Faenza, si dicesse che spesso il problema è a monte: se le femmine sono praticamente non distinguibili sono gli stessi pescatori che le trasportano tutte assieme fino ai centri di spedizione, dove poi vengono separate a casaccio.......

A68
17-11-2010, 17:06
.....perciò alla fine anche l'importatore più serio può farci ben poco, a meno che non segua (o faccia seguire da persona di fiducia) tutte le varie fasi dalla cattura fino all'arrivo in Europa.

denisreplay
17-11-2010, 19:31
secondo me nene , è meglio non prendere i pesci del vittoria selvatici , ma riproduzioni da qualche importatore serio che li tiene constantemente questi pesci (solitamente prendono i piccoli dai loro stessi clienti, e quasi sempre sono i figli che hanno comprato a loro volta dall'importatore.
distinguere le varie femmine del vittoria è quasi impossible nella maggior parte delle varietà già in un acquario difronte ad un vetro, figuriamoci quando vengono spaventate in acqua durante il pescaggio.
secondo me non bisognerebbe essere così preoccupati ed avere un certificato di purezza al 100%, (con questo non voglio dire assolutamente che sono a favore degli eventuali ibridi o di comprare pesci di dubbia provenienza , ma di essere fiduciosi se l'importatore dove li compriamo ha una storia alle spalle o semplicemente dubitare sull'acquisto da un negoziante che compra i pesci denominati'ciclidi mix' , e di questi ce ne sono molti in giro. se partiamo dall'essere pessimisti non dovremmo mai comprare ad esempio nessuna varietà di aulonacara , dove le femmine ad esempio delle varie stuartgranti sono praticamente tutte uguali.
secondo me,basta scegliere un commerciante ben conosciuto(non credo che i grossi commercianti rischiano la fama della loro attività per pesci che poi vendono dagli 8 ai 14 euro solitamente) o da un privato ancora meglio che li alleva da anni.

pike_cichlids
17-11-2010, 20:20
Nene ha scritto:

ma non c'è proprio nessuno che importa selvatici?


Costerebbe troppo e non hanno mercato. La maggior parte di quelli considerati belli si trova nel golfo di mwanza in tanzania ma siamo troppo lontani sia da kigoma che da dar. Per la verita' a mwanza un aeroporto c'e' ma devi andare per forza a dar. Invece la pista dell'aeroporto di entebbe in uganda e' addirittura sul lago e da qui partono i filetti di perca che troviamo abbondanti anche nei nostri supermercati.

Ciao Enrico

gsaporita
18-11-2010, 09:17
Caro Denis,
vorrei fare una premessa:
la mia non vuole essere una polemica (dico questo, perché alcuni mi accusano di ciò) e quello che sto per scrivere, vuole essere il più lontano possibile ad una eventuale polemica (CREDIMI).
Tu dici prima che è impossibile individuare le femmine del Vittoria ed alcuni esemplari del Malawi, poi successivamente di affidarsi per le femmine a commercianti seri, la mia domanda nasce spontanea:
Come ci si può affidare a commercianti SERI quando loro stessi non possono garantirti quello che tu chiedi?
Ognuno di noi decide di tenere in vasca ciò che vuole pesci puri o ibridi, selvatici o NON, se una persona decide di tenere in vasca pesci puri è giusto che abbia in vasca pesci puri e non qualcosa che gli assomigli, o che sia, pressappoco puro.
Se siamo qui tutti noi, siamo qui per farci una cultura sui pesci, sulla loro provenienza, sulla loro purezza, sulla loro genetica ecc. ecc.
Non saranno certamente i commercianti (più o meno seri) che potranno garantire la purezza del pesce, quando sanno perfettamente che non possono garantirla, (non certo per colpa loro) ma per fattori esterni alla loro politica di vendita (almeno spero).
Quindi mi domando come si possa avere fiducia di un qualcuno che non può garantire quello che tu chiedi?
Io personalmente mi fido più di uno come noi, che fa produzione e cede le sue creature, che di un commerciante ritenuto più o meno serio.
Poi ricorda una cosa:
(questo lo dico per esperienza personale) ai commercianti non interessa rischiare si o no la fama, ai commercianti interessa vendere, vendere, vendere…ed è giusto che sia così.
Poi ci sono certamente i casi eccezionali come per esempio Afrofish a Roma, ma quelli sono veramente…ma veramente casi eccezionali, io non ne conosco altri in Italia…e tu?


Affettuosamente,
Gioacchino.

Victoria Lake
18-11-2010, 09:38
Sulla pesca o meno di ciclidi Wild mi sento anche di spostare anche il problema su una questione "morale"

Stiamo parlando di Ciclidi o pesci difficilmente reperibili in natura non solo per i costi, acnhe se devo dire alcuni dei pesci da me elencati ed alcuni di quelli da voi elencati, sfiorano o superano i 20 euro per le taglie piccole.
Ma sopratutto questi pesci sono pesci difficilmente reperibili WILD per via del fatto che in natura alcuni sono classificati come prossimi all'estizione, o comunque molto rari da trovare.

E quindi la questione Morale di cui accennavo è propio questa:
[u]Perchè alimentare il mercato della pesca per animali che gia a stento sopravvivono nei loro Abitat??</u>

denisreplay
18-11-2010, 10:45
gioacchino: di negozianti seri e commercianti seri, sia in italia che all'estero io ne conosco tanti, mi dispiace se non sei della stessa mia idea...ognuno ha la propria idea personale a riguardo, anche in base anche alle proprie esperienze avute in passato sicuramente.
Secondo me trovare haplochromis che non siano ibridi non è così difficile,ci sono club di appassionati in europa come ad esempio in francia che allevano solamente haplo, e quelli che ho comperato da loro in passato sono sempre stati esemplari eccezionali.
inoltre come dice enrico difficilmente vengono esportati esemplari di cattura per vari fattori come lui elenca e tutti gli esemplari che vengono commercializzati derivano da questi appassionati che cedono le loro riproduzioni(sicure al 100%) o sono esemplari nati nelle vasche degli importatori direttamente che tengono gli adulti per avere la certezza di quello che vendono.
non voglio farti assolutamente farti cambiare idea gio, non mi interessa se la pensi come me o no.....questo è il mio pensiero ....il mondo è bello perchè è vario no?

gsaporita
18-11-2010, 11:17
denisreplay ha scritto:

gioacchino: di negozianti seri e commercianti seri, sia in italia che all'estero io ne conosco tanti, mi dispiace se non sei della stessa mia idea...ognuno ha la propria idea personale a riguardo, anche in base anche alle proprie esperienze avute in passato sicuramente.
Secondo me trovare haplochromis che non siano ibridi non è così difficile,ci sono club di appassionati in europa come ad esempio in francia che allevano solamente haplo, e quelli che ho comperato da loro in passato sono sempre stati esemplari eccezionali.
inoltre come dice enrico difficilmente vengono esportati esemplari di cattura per vari fattori come lui elenca e tutti gli esemplari che vengono commercializzati derivano da questi appassionati che cedono le loro riproduzioni(sicure al 100%) o sono esemplari nati nelle vasche degli importatori direttamente che tengono gli adulti per avere la certezza di quello che vendono.
non voglio farti assolutamente farti cambiare idea gio, non mi interessa se la pensi come me o no.....questo è il mio pensiero ....il mondo è bello perchè è vario no?


Questo tuo ultimo msg non può che trovarmi in parte concorde..in italia non so come dicevo prima, ma sicuramente in francia le cose sono completamente diverse riguardo i commercianti (almeno spero), io mi fido di te.
Comunque mi sembra di leggere che alla fine le riproduzioni più fedeli sono quelli di appassionati come noi.
Mi sembra che abbiamo detto la stessa cosa, solo che in forma diversa.

Affettuosamente,
Gioacchino.

denisreplay
18-11-2010, 11:48
ma questi pesci i privati come noi se non li comperano inizialmente da degli importatori come fanno a reperirli se non vengono esportati i selvatici?
il giro è semplice del commercio :
privati che comprano da importatori---importatori che vendono a privati e comprano a loro volta da altri privati i pesci che a loro volta erano stati in precedenza venduti a dagli stessi importatori.
forse mi sono espresso male prima, non sono d'accordo con te che i pesci dei privati siano meglio di quelli dei commercanti
le riproduzioni che ha un privato geneticamente sono + deboli geneticamente inquanto anche se il privato gli da il miglior cibo del mondo e tutto il suo amore riesce a lavorare su pochi esemplari riproduttori(solitamente un maschio solo e 3/4 femmine) mentre gli importatori lavorono nello stesso momento, come ho visto io circa 8 anni fa da maltawi(all'epoca lavorava li tomas leppell ed era il +grande importatore del mondoall'epoca maltawi) nella stanza segreta delle riproduzioni che solitamente non fanno entrare ,ma quella volta non si sa perchè a me a luca amadesi ci aveva fatto entrare avevo visto per la mia prima volta i letrinops red cap, che teneva in 3 vasche diverse da 2 metri ed in ogni vasca c'erano 6/8 maschi e 10 /12 femmine e in vasche vicine aveva centinaia di piccoli in crescita(i piccoli ho provato in tutti i modi a chiederli se li vendeva ma non c'è stato nulla da fare mi aveva avevao risposto che per altri 6 mesi circa finchè i piccoli non fossero diventati riproduttori a loro volta non li avrebbero mai e poi mai messi in commercio) sicurmente era una strategia commerciale ma se avessero voluto fare i soldi a tutti i costi subito avrebbero potuto venderli a qualsiasi cifra e ci sarebbero stati sicuramente i compratori che per avere quelle bellezze per tutti ancora sconosciuti perchè mai esportati prima di allora dal lago avrebbero fatto di tutto per averli e questa secondo me è anche un sinonimo di serietà altrimenti li avrebbero messi in vendita anche se non sapevano se mai avrebbero potuto riavere dai loro pescatori del luogo nuovamente sti pesci perchè al momento sembravano pittosto rari in natura.
pensa che all'epoca già nelle loro vasche avevano i copadichromis 'fire crest' selvatici che ancora oggi sono piuttosto difficili da reperire e se non ricordo male li vendevano a 100 o 120 euro(pesce che all'epoca sognavo di avere visto solamente nel libro di konings , e quando ho chiesto a tomas 1 maschio e 2 femmine dato il costo elevato.
lui mi ha risposto : te li consiglio solamente se prendi 3/4 maschi minimo e 4/5 femmine altrimenti rischi di vederli sempre grigi. io a mia volta gli ho detto che non me mi potevo permettere una spesa simile e lui mi ha risposto allora perchè non prendi i copa molto ivory che sono stupendi e costano 25 euro e ti basta prendere 2 maschi e 2 femmine per averli sempre colorati?( questa per me è la dimostrazione di serietà che molti importatori hanno secondo me)

un privato senza un commerciante non potrà mai avere pesci se non da uno che li commercializza:
dai laghi non ti puoi pescare i pesci e metterli in valigia è illegale (come dice enrico, ti mettono in galera se ti beccano) e se anche riesci devi sempre passare il controllo sanitario in dogana cosa che non è semplicissima.
io per portare dei semplici betta e delle piante d'acquario venduti da un negozio a cuba , ci ho messo 4 giorni di giri di uffici sanitari all'avana e all'aeroporto nonostante tutto mi avevano fermato e richiesto chiarimenti a riguardo(è vero che avevo una valigia piena di pesci e piante,e forse avevo esagerato come sempre sulle quantità, 40 betta e 100 piante varie per la modica cifra di 40-45 euro se non ricordo male) ma le storie me le avevano fatte di brutto nonostante ero con gli scontrini del negoziante e non avevo preso niente in natura.
senza degli importatori che sicuramente in primis sono degli appassionati altrimenti non venderebbero di certo ciclidi ma guppy e farebbero sicuramente + soldi se stesssero a guardare il portafoglio, i pesci nelle nostre vasche non arriverebbero mai.

non è vero che in italia la cosa è differente dalla francia.
italia o germania o francia , tutto il mondo è paese....d'appertutto ci sono persone serie e persone poco serie .....chi è serio va avanti per tutta la vita , chi non lo è chiude la propria a attivita in 2 o 3 anni.

mi spiace se non hai fiducia dei negozianti e commercianti in italia chi ci rimette sei solamente te perchè sicuramente farai fatica a rimediare i pesci perchè non hai fiducia della maggior parte di persone che li commercializzano da noi, questo è il tuo pensiero .... io non lo condivido assolutamente.
a me capita anche che semplici negozianti nella mia zona mi chiamino per chiedermi se riesco a rimediare un certo pesce particolare per un loro cliente o se gli arrivano delle liste con pesci particolari se sono interessato. io con molti di loro ho instaurato un rapporto di amicizia e ci vediamo per cene o per manifestazioni riguardanti il mondo animale
anche questa mattina ho chiamato dei negozianti per chiedere se mi rimediavano dei haplo latifasciata per victoria lake che me li ha chiesti, e quando gli ho detto che avevo fatto una vasca nuova in casa mi hanno chiesto quando possono venire a vederla?
ci sono più persone di quelli che credi che si comportano bene con gli altri nonostante siano commercianti.
secondo me dipende come le persone si pongono verso gli altri, + dai e più ricevi .

Nene
18-11-2010, 13:18
Grazie a tutti delle info riguardo pesci selvatici e importatori di pesci del vittoria. La situazione penso sia abbastanza chiara.
In fondo è una cosa già vista, alla fine di qualcuno ti devi fidare sia un importatore, un privato o altro. (la storia delle femmine mischiate vale anche per altri pesci come i cyato o alcuni cypri).
Con la mia domanda sui pesci selvatici volevo solo sapere se negli acquari di qualcuno (privati o importatori) si vede qualche selvatico ogni tanto. E' chiaro che la cosa non risolve la difficoltà intrinseca nel riconoscere le femmine ma quanto meno, comprando un pesce F1 da chicchessia si avrebbero maggiori chances di avere un pesce di qualità. Alla fine i pochi che hanno i selvatici secondo me hanno tutto l'interesse (e la passione) per tenerli e diffondere progenie pura. Certo le femmine possono essere state scambiate all'origine ma l'errore umano alla fine non è mai eliminabile.
Forse meglio prendere un pesce F1 da una fonte di fiducia (poi ognuno ripone fiducia in chi vuole) che un pesce che è il frutto di riproduzioni successive di esemplari che han girato 10 vasche di proprietari diversi.

Victoria Lake
18-11-2010, 16:00
Denis....
ad ocvchio e croce il negoziante che ti ha chiesto dei Latifasciata lo ha fatto "a nome mio" solo due giorni fa ho madato varie e-mail a vari negozianti "quelli accreditati a detta di chi frequesta questo forum".

Detto ciò se potessi chiederti se li hai ( e non posso quindi non lo faro) te lo chiederei!!! [8D][8D][8D][8D][8D][8D]

Nene
18-11-2010, 16:58
Victoria Lake ha scritto:
Detto ciò se potessi chiederti se li hai ( e non posso quindi non lo faro) te lo chiederei!!! [8D][8D][8D][8D][8D][8D]


Beh la sezione mercatino esiste sempre... almeno hai un posto in più dove chiedere (sempre che risulti nella lista di quelli accreditati) [B)]
Altrimenti in MP puoi chiedere tutti i pesci che vuoi a chi vuoi.
Molti soci AIC si scambiano pesci tra loro e non c'è nulla di sbagliato in questo (le regole sono per il FORUM, non per i rapporti tra le persone). :D :D :D

Victoria Lake
18-11-2010, 17:38
OK!!!!!
afferrato il concetto!!!!:D

Victoria Lake
18-11-2010, 19:11
Io chiaramente faccio parte di quella categoria che compra i ìpesci nella speranza di non essere "fregato".
Però mi sento di dire che tra un allevatore ed un privato "accreditato" (mi piace questo termine che ho appreso oggi in questo forum) non vedo questa grande differenza.

[u]La ragione e presto siegata con un esempio pratico:</u>

Io ho un Latifasciata Maschio adulto molto bello e molto colorato, preso dopo mille peripezie da un signore in Svizzero.
Questo pesce ha le caratteristiche per essere "puro" quindi senza difetti ne nel colore ne nella forma.
Da diverso tempo sto cercando allo stesso modo delle femmine e quando e se le troverò, queste dovranno avere i prerequisiti per essere "pure"

Quindi quando sarà, avrò una coppia, o un trio o quello che sarà, di Latifasciata "puri" provenienti da due ceppi totalmente differenti!

La progenee sara quindi con ogni probabilità di qualità, esattamente come quella che avrebbero generato una coppia di un allevatore, con la differenza che i genitori da un privato si possono vedere . ([u]aspetto da NON sottovalutare</u>)

Un privato non potrebbe mai permettersi di usare le cucciolate per generare altre cucciolata, poichè non avrebbe lo spazio ed i mezzi per poterlo fare.
Quindi essendo sempre la coppia principale a generare cuccioli, questi genereranno sempre cuccioli di "qualità".

Salvo chiaramente la malafede del privato.

Nene
18-11-2010, 21:36
Sono d'accordo! puoi stare a sentire chi vuoi su quanto è accreditato questo o quello ma non vuol dire niente. La cosa migliore è: vai, vedi i pesci (importante come hai detto tu), se ti convincono (i pesci e non le chiacchere del proprietario) li prendi.
Se dopo un pò che li tieni ne sei soddisfatto ci torni senno tanti saluti e amici come prima.
Non vuol dire che se qualcuno ha avuto esperienze negative con un importatore o un allevatore privato le debba avere anche tu. Allo stesso modo se tutti dicono bene di qualcuno non vuol dire che valga lo stesso per te.
Trovo assolutamente lecito dire "mi son trovato bene" o "ho avuto esperienze negative" col tale venditore/allevatore... trovo un pò meno corretto etichettare (con quale autorità???) "questo è serio" mentre "questo non lo è".
Mia opinione personale ovviamente

denisreplay
19-11-2010, 09:56
nene sono pienamente d'accordo con te......

Victoria Lake
19-11-2010, 10:18
Bene, io comunque riporterei la discussione alle origini....

Il pundamilla Nyererei.

Io ho notato in questi periodi di dedizione ai ciclidi del Lago Vittoria, che la maggiorparte delle incertezze che porta quindi al "disintaressamento" è dato dai seguenti punti:

- Difficolta nel reperire gli animali.
- Problemi di Ibridazione in vasca.
- Problemi di reperimento di animali non Ibridati.

Se per i primi due punti ho già espresso la mia opinione, ossia che :
[u]La difficoltà nel reperire animali rende più avvincente l'esperienza del Vittoria</u>.
E che il problema d'ibridazione in vasca si risolve ricercando specie da far convivere che non si ibrideranno (esattamente come per gli altri laghi)

[u]Vorrei però esprimere la mia soddisfazione per il terzo punto ossia che in questa discussione sie emerso il problema del reperimento di animali "puri" quale un problema generale, che non tocca solamente il Vittoria, ma anche tutti gli alti generi di biototipi.</u>

Nene
22-11-2010, 16:15
Quindi se ho capito bene una buona combinazione rimanendo nel biotopo vittoria potrebbe essere:
Nyererei + Rockribensis + Degeni.

Come si comportano tra di loro a parte il fatto che non si ibridano? Qualcuno soffre l'aggressività degli altri? colonizzano zone diverse dell'acquario o si competono gli stessi spazi?
Si riproducono tutti se assieme?
Vasca per una combinazione del genere?

Victoria Lake
22-11-2010, 17:26
Be certamente il Nyererei per convivere con altri ciclidi necessita di una vasca bella grande, ho notato che il rockribensis è un animale molto appariscenta ed estremamente tranquillo. Mentre il degeni Non è così appariscente ed è anch'esso tranquillo.
Pertanto se la vasca [u]ha un layout ben pensato </u> non credo dovrebbero esserci grosse difficoltà.
Credo quindi che una buona popolazion per un acquario di 300 litri potrebbe essere:
1 M e 2/3 F di Nyererey ( il maschio stressa molto le femmine)
1 M e 3 Femmine di Rockribensis (estremamente tranquilli)
1 M e 2 F di Degeni (questi se propio vuoi mettere la terza specie in vasca)

Io sui rock ribensis esagererei con il numero di esemplari perche sia maschi che femmine sono bellissimi!!!!(ma purtroppo sono piuttosto costosi )

Comunque se intaressa l'argomento potremmo aprire un post per cercare le migliori combinazioni per fare una vasca Vittoriana Mista.

marcello81
08-08-2012, 23:58
Ciao Alex, hai ancora questo ciclidozzo?:68:

Victoria Lake
09-08-2012, 12:14
Purtroppo sono riuscito la dove la perca del nilo ha fallito... sono riuscito ad ucciderlo!!:mad:
Ovviamente subito dopo aver dato tutti i piccoli.........:mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad:

marcello81
09-08-2012, 12:25
Purtroppo sono riuscito la dove la perca del nilo ha fallito... sono riuscito ad ucciderlo!!:mad:
Ovviamente subito dopo aver dato tutti i piccoli.........:mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad: :mad:
Ho visto che Gianni ce l' ha in stock, secondo te è compatibile con astato e neo?
mi stai attaccando il trip del Vittoria...

Victoria Lake
09-08-2012, 13:29
Gianni ha i Ruty Island, mentre quello della foto è il Makobe Island.
Comunque sia, come da topic qui sopra, i Nyererei sono MOLTO territoriali, a tal punto che in 150 se vuoi fare una vasca fatta bene dovresti inserire solo loro, la seconda specie potrebbe essere un azzardo.
I latifasciata sono anche loro molto territoriali, ragione per cui non li ho mai messi assieme ai Pundamilia, anche perchè entrambi occupano gli stessi spazzi della vasca.
Potresti provare con i Neochromis, ma in questo caso ti troverai per entrambe le specie (nyererei e Neochromis) femmine grigie, e quindi avrai una vasca con 2 o 3 esemplari colorati (2 Neochromis ed 1 nyererei) ed una decina di femmine grige.
Ma a parte la questione cromatica, a mio avviso rischi una alta competizionione tra maschi per le femmine.

Io alla luce di quasi 2 anni dall'apertura di questo tipic consiglierei come accoppiata con le Pundamilia il genere "Paralabidochromis" in particolare il sauvagei (ex Rockkribensis) questo perchè caratterialente sono tosti ed hanno femmine con una colorazione totalmente differente dai vari Haplochromis, e poi perchè occupano spazzi in vasca differenti rispetto i Nyererei: i Paralabidochromis sono più "rocciofili" mentre le Nyererei sono più da acque libere (se così si può dire).

marcello81
09-08-2012, 14:11
Non o capito se il problema sono i maschi o se le femmine sono troppo simili con rischio ibridazione...:1:

Victoria Lake
09-08-2012, 14:19
Il problema sono i Nyererei, poichè sono fortemente competitivi per le femmine ed il territorio; ragione per cui mettere nella stessa vasca altre specie con femmine con coloraazioni simili a quelle del nyererei, dove chiaramente i maschi queste specie andranno in competizione con i maschi di Pundamilia, potrebbe essere un grosso problema.
Poi ti garantisco che una volta in vasca, salvo che tu non abbia ben presente le differenze fisiche tra femmina di Pundamilia e quella del Neochromis, difficilmente riuscirai a distinguerle.

Miles
28-08-2012, 11:30
Una nota folcloristica, Pundamilia in Swaili significa zebra.

Ciao
Miles

Victoria Lake
26-12-2012, 12:38
Una nota folcloristica, Pundamilia in Swaili significa zebra.

Ciao
Miles

E da quanto ho letto Nyererei dovrebbe derivare dal nome di Re della Tanzania.