PDA

Visualizza Versione Completa : Astatotilapia aeneocolor



Marco Martellacci
21-01-2008, 21:54
Buonasera a tutti. Sulla spinta di Jack, mi sono deciso ad iniziare questa discussione per parlare di un interessantissimo pesce che ospito da circa due mesi (più o meno).

Come si evince dal titolo, si tratta di una Astatotilapia che proviene dal Lago Edward, ma è presente anche nel "Kazinga channel" che lo collega al lago George, dove è anche presente.

Come potete vedere dalle foto è un pesce bellissimo ed oltremodo interessante. Molto vivace, ha nel movimento continuo e in nessuna timidezza le sue caratteristiche migliori (tenete presente che se immetto le mani nella vasca, dopo un po' sento dei piccoli morsi...)

Sono pesci erbivori e come tale vanno alimentati. Hanno un intestino lunghissimo, pertanto sarebbe bene non far perdere loro l'abitudine di brucare le alghe. Prediligono quelle che si formano sulle foglie, ma non disdegnano quelle sulle rocce o sui legni.

Immagine:
/Public/data/Marco Martellacci/2008121213613_Maschio dom 1.JPG
110,62KB

Questo è un maschio dominante, che si è ritagliato una nicchia di territorio abbastanza vasta per le sue dimensioni (circa 5 cm. TL). Quando è eccitato, la parte inferiore del corpo diventa nera, come le pinne pelviche, quasi vellutata. Qui era poco prima di riprodursi


Immagine:
/Public/data/Marco Martellacci/2008121214823_Maschio 3.JPG
213,08KB



Immagine:
/Public/data/Marco Martellacci/2008121214258_Maschio 2.JPG
186,09KB

Questo invece è un maschio sottomesso al precedente. E' molto più chiaro e non si è riprodotto. A, mi ero dimenticato: il maschio dominante si è riprodotto il 16/12 scorso e la femmina adulta, dopo venti giorni, ha sputato 13 piccoli. Il basso numero ritengo sia da addebitarsi alla giovane età del maschio, che è riuscito a fecondare non tutte le uova prodotte dalla femmina, adulta e notevolmente più grande di lui.
Eccolo all'opera (purtroppo la femmina non è entrata nella foto... :(


Immagine:
/Public/data/Marco Martellacci/2008121215153_Maschio 4.JPG
216,87KB

Per le caratteristiche chimico fisiche dell'acquario rimando a successivi post, sempre che interessino.

Ciao ciao.

Marco

cyatide
21-01-2008, 23:10
Bellissimo e interessantissimo!

Marco, continua a darci informazioni e foto [:p]

E' abbastanza inspiegabile come i Ciclidi del Vittoria (e affini) siano così scesi nell'interesse degli appassionati negli ultimi anni.
Sono pesci coloratissimi, piuttosto facili da tenere e riprodurre e tutto sommato neanche troppo costosi [?] [?] [?]



------------------------

Paolo Salvagiani

CarloFelice
22-01-2008, 00:53
e soprattutto: dove li hai trovati?

pike_cichlids
22-01-2008, 08:38
Citazione:Messaggio inserito da Marco Martellacci

Come si evince dal titolo, si tratta di una Astatotilapia che proviene dal Lago Edward, ma è presente anche nel "Kazinga channel" che lo collega al lago George, dove è anche presente.


Le zone popolate dovrebbero essere il lago george e il kazinga channel. mentre nel lago edward la presenza e' limitata solo alla zona del ponte alla foce del kazinga e la piccola adiacente baia di katwe. Un pesce simile c'e' anche nel lago alberto ed e' chiamato aeneocolor yellow belly.

Ciao Enrico

Marco Martellacci
23-01-2008, 14:01
Enrico ha ragione. Ma credo che lo "Yellow belly" sia il nome commerciale per questo pesce. Gli opercoli più gialli si accentuano con l'età. Non ho ora le luci alogene, peccato, perché penso che ne trarrebbe vantaggio l'aspetto.
Per Carlo: li trovi su almeno due cataloghi (che qui non posso dirti), uno a Roma e un altro in Lombardia ad un prezzo accettabile (anzi, in confronto a pesci di altra "dislocazione" quasi ridicoli...)

Paolo, se ti accontenti della mia qualità [:I] sarai servito!

Ciao ciao a tutti e a presto.;)

Marco

jack8585
25-01-2008, 11:15
ciao a tutti, non mi linciate ma vorrei prendere la "palla al balzo" e chiedere a marco informazioni su
Astatotilapia burtoni "lake Kivu"
astatotilapia nubila
Pundamilia nyererei Ruti island
grazie.

Marco Martellacci
15-02-2008, 13:14
Vorrei fare un aggiornamento alla discussione.
Ieri pomeriggio ho assistito alla nuova riproduzione e debbo dire che mi sono proprio divertito. No, che avete capito :( mi sono divertito perché con l'abbondanza di maschi che ho in vasca è successo di tutto.
La femmina era contesa da tre maschi che, in tre distinti territori, cercavano di attirarla con colori sgargianti e con frenetiche parate che debbo dire interessavano la femmina. Ho potuto vedere che si è riprodotta almeno con due maschi diversi [:0] :( che la trascinavano verso il fondo, tra le piante, dove a contatto della sabbia avveniva la riproduzione, con la classica postura a T
Le macchie sull'anale dei maschi erano molto accentuate, come pure il rosso sul dorso, mentre la parte inferiore del corpo era quasi del tutto nera, con del giallo sugli opercoli branchiali: il tutto era, come potete pensare, molto bello a vedersi.
Dei maschi riprodottisi, uno ha 5 macchie sull'anale, l'altro 3, ma ciò che più attraeva la femmina era il movimento del maschio. Infatti il maschio a cui la femmina "cedeva" di più era quello con soltanto tre macchie sull'anale, ma che indubbiamente "danzava" con maggior vigore.
Ho fatto qualche foto, ma debbo ancora vederle sul monitor. Spero che almeno quelle della femmina con le uova siano venute bene. Vedremo...

A presto. ;)


Marco

CarloFelice
16-02-2008, 12:06
che figata! per curiosità in 180l ci starebbero?

Marco Martellacci
20-02-2008, 11:58
Ciao Claudio.

Beh, certamente non sono moltissimi 180 l., ma credo che un paio di maschi giovani con 4-5 femmine possano starci, almeno fintanto che i maschi non avranno raggiunto i 9-10 cm. Il problema è reperire le femmine.... :(
A proposito: la mia femmina incubante (deposto il 14 febbraio) quando somministro il cibo (fiocchi vegetali alla spirulina) ne prende qualche briciola e la vedo biascicare per un bel po', ma le uova sono sempre lì.
Comunque, più passano i giorni e più i maschi si fanno belli, non solo: il loro grado di aggressività non è molto elevato, almeno fino adesso. I tre maschi dominanti, che hanno assunto la colorazione più accesa, si limitano a parate e ad accenni di colpi di coda, specialmente quando la femmina è prossima alla riproduzione. Per il resto si scacciano dai rispettivi territori senza accanimento. Speriamo che la situazione rimanga così, ma credo che da adulti l'aggressività [}:)] aumenterà, purtroppo.

CarloFelice
20-02-2008, 12:45
come immaginavo:( xò son bellissimi!

cuchu
14-08-2008, 22:06
salve, riprendo questa vecchia discussione per dire che anche io ho preso tempo fa un trio dei ciclidi in questione, purtroppo ora che si sono colorati è venuto fuori che sono tre maschi e non 1 m e 2 f come volevo. dovrò contattare il negozio dove l'ho presi sperando che abbia qualche femmina. volevo postare qualche foto ma un pò perche sono una schiappa come fotografo un pò perche non stanno mai fermi non sono venute un granchè. comunque confermo che sono bellissimi, i miei sono giovani ma già parecchio colorati, ho visto in rete foto di maschi adulti e sono stupendi.

Marco Martellacci
01-10-2008, 20:07
Per rinfocolare l'attenzione sul Vittoria, visto che Malawi e Tanganyika la fanno da padroni :D:D, desidero aggiungere qualche foto dei miei pupilli[:p][:p].
Le riproduzioni si sono succedute fino all'estate, ora sono da luglio ferme. Spero che riprendano, visto che le temperature sono tornate a valori accettabili.[B)]

Debbo segnalare però una mia perplessità. Nelle diverse riproduzioni succedutesi, con diverse femmine protagoniste, il numero dei maschi è notevolmente maggiore rispetto alle femmine. Mi è stato detto che dipende dal valore Ph, cioè, abbassandolo si ottengono un numero maggiore di femmine.....

Che ne dite? [?]

Ma ora lasciamo le parole alle foto



[b]Immagine:
/Public/data/Marco Martellacci/20081012044_Maschio ridim.JPG
205,34KB

questo è un maschio molto attivo.



Immagine:
/Public/data/Marco Martellacci/200810120542_maschi rid.JPG
185,78KB

Il maschio al centro è il dominante e normalmente ha il ventre molto più scuro.

Queste sono foto di luglio..... Appena ho tempo scatto quelle più aggiornate e le posto.

cyatide
01-10-2008, 20:21
Che dire, sono pesci stupendi!

Qualcuno mi sa spiegare perché mi piaccioni i grigiori del Tanganica?[?] [?] [?]

Vedo che tieni diversi maschi assieme, quanti? Come se la passano?

Ciao

----------------

Paolo Salvagiani

----------------

Marco Martellacci
02-10-2008, 08:50
Ciao Paolo.
Beh, il fatto di avere diversi maschi è stata più che altro una "necessità". Acquistando un gruppetto di 12 piccoli, a distanza di un paio di mesi mi sono rimasti sei maschi e due femmine :(
Ho potuto notare che hanno l'intestino delicato e bisogna avere la mano "leggera" con il cibo. Ora gli faccio seguire uno o due giorni alla settimana di digiuno, così che loro si accontentano delle alghe con beneficio per la loro digestione.
Tre si sono ritagliati un territorio ben definito, dove corteggiano le attuali quattro femmine (due figlie delle mie riproduzioni), mentre degli altri tre, uno è un po' in disparte ma difende una piccola zona sulla parte posteriore della vasca; gli altri due vagano nella zona medio alta sottomessi. [B)]

Ora i due maschi più grandi hanno raggiunto circa 7 cm. e si sono scuriti nella zona ventrale, mentre i sottomessi sono molto più chiari. Ai margini dei rispettivi confini spesso scattano delle scaramucce (colpi di coda, bocca/bocca, musate sul fianco, ecc.) ma mai troppo cruente. Finora al massimo ho dovuto curare un occhio appannato da ferita e qualche pinna leggermente sfrangiata. Nulla a che vedere con altri "signori" (leggi Pundamilia o Ch44 [B)])

Appena posso inserisco una loro foto..... Solo che non stanno mai fermi [}:)][}:)][}:)]

gsaporita
02-10-2008, 10:20
Ciao Marco,
Anche io ho gli Haplochromis,
mi sono stati dati da un professore universitario che lavorava in California, adesso a Roma, la sua coppia ha riprodotto e il genitore non permetteva a nessuno, ne maschi ne femmine di coabitare nello stesso biotopo, se non con la femmina adulta dominante, pena il decesso, quindi li ha dati a me, sono F1 il padre è stato cattutato circa 4 anni fa, in una delle sue escursioni, ha dei colori bellissimi, quindi purtroppo per lui e per fortuna per me, non potendoli tenere me li a consegnati, Il padre proviene dal lago Nawampasa, e credimi e mille volte più bello del figlio....comunque sono uno spettacolo...devo dire che anche i tuo maschio è splendido...complimenti.
Un saluto.


[u]Gioacchino Saporita</u>,

[u]L'acquario</u>: un'angolo di natura,brulicante di vita e in continuo movimento, esso ci permette di conoscere i segreti di un mondo meraviglioso e affascinante, chi ama la vita ama la natura,quindi se stessi...

`•.¸.•´
¸.•´¸.•´¨) ¸.•*¨)
(¸.•´ (¸.•´ .•´¸¸.•´¯`•-&gt;CiAo.

Marco Martellacci
02-10-2008, 11:09
Ciao Gio. Quindi hai gli æneocolor... Com'è il maschio adulto? Che taglia ha raggiunto? Hai qualche foto? Nelle riproduzioni, che percentuale di femmine hai ottenuto?

Pensavi di cavartela così, eh? ;)

gsaporita
02-10-2008, 11:31
Citazione:Messaggio inserito da Marco Martellacci

Ciao Gio. Quindi hai gli æneocolor... Com'è il maschio adulto? Che taglia ha raggiunto? Hai qualche foto? Nelle riproduzioni, che percentuale di femmine hai ottenuto?

Pensavi di cavartela così, eh? ;)


Potresti dare uno sguardo qui senza uscire da A.I.C.

http://www.aiconline.it/Forum/topic.asp?TOPIC_ID=1238

li troverai tutto quello che ti serve, io non ho riprodotto gli Haplochromis, come ti dicevo prima, lo ha fatto questo professore che mi ha consegnato il machio e due femmine..La lunghezza ad oggi del maschio e di circa 11-12 cm e le femmine una di 8 e l'altra di circa 9 cm, potrai comunque vedere meglio il tutto in foto.;)

Ciao.


[u]Gioacchino Saporita</u>,

[u]L'acquario</u>: un'angolo di natura,brulicante di vita e in continuo movimento, esso ci permette di conoscere i segreti di un mondo meraviglioso e affascinante, chi ama la vita ama la natura,quindi se stessi...

`•.¸.•´
¸.•´¸.•´¨) ¸.•*¨)
(¸.•´ (¸.•´ .•´¸¸.•´¯`•-&gt;CiAo.

Marco Martellacci
02-10-2008, 12:22
Si ora mi ricordo la discussione obliquidens/Ch44 ecc.

Sono molto belli, ma questi hanno un comportamento diverso dagli æneocolor, sono ben più aggressivi [B)]

Per riprodurli hai provato ad abbassargli la durezza dell'acqua? Può darsi che essendo F1 abbiano bisogno di un'acqua più vicina a quella del loro biotopo....

gsaporita
02-10-2008, 12:37
Citazione:Messaggio inserito da Marco Martellacci

Si ora mi ricordo la discussione obliquidens/Ch44 ecc.

Sono molto belli, ma questi hanno un comportamento diverso dagli æneocolor, sono ben più aggressivi [B)]

Per riprodurli hai provato ad abbassargli la durezza dell'acqua? Può darsi che essendo F1 abbiano bisogno di un'acqua più vicina a quella del loro biotopo....

Ma io non voglio riprodurli, in questo momento non spazio abbastanza.
Ma presto le cose cambieranno...spero..[:I]
Aspetto sia il maschio di Sciaenoschromi che mi è deceduto e il placidochromic lupingo Tanzania...(IL MIO SOGNO).

[u]Gioacchino Saporita</u>,

[u]L'acquario</u>: un'angolo di natura,brulicante di vita e in continuo movimento, esso ci permette di conoscere i segreti di un mondo meraviglioso e affascinante, chi ama la vita ama la natura,quindi se stessi...

`•.¸.•´
¸.•´¸.•´¨) ¸.•*¨)
(¸.•´ (¸.•´ .•´¸¸.•´¯`•-&gt;CiAo.

Marco Martellacci
02-10-2008, 13:13
E' un peccato, perché oltre ad essere dei begli esemplari, hanno sicuramente un patrimonio genetico ottimo, non proveniendo da incroci in consanguineità da molte generazioni, come invece spesso accade in esemplari ormai da tempo in giro :(:(

Facci un pensiero, perché ne vale veramente la pena ;)

cuchu
02-10-2008, 20:45
salve,non ho capito se gsaporita ha gli aeneocolor oppure gli haplochromis.comunque, come ho scritto in precedenza io ho tre maschi e stò aspettando che arrivino le femmine dove li ho presi; mi sembra di capire che non è facile trovare femmine, è un peccato.

blacco72
02-10-2008, 22:15
io ne ho dei secchi di femmine in questo momento ho il maschio adulto 10cm le femmine 4 da 4cm un altro maschio di 4 cm e altre 3 femmine di 3 cm in piu' ne ho 25 da 2 cm com i maschi gia riconoscibili.sono pesci moltttto prolifici.
quandoti arriveranno le femmine dopo non saprai dove mettere i piccoli.una femmina di 3 cm te ne fa una 20ina minimo

ciao luca

gsaporita
03-10-2008, 09:09
Citazione:Messaggio inserito da cuchu

salve,non ho capito se gsaporita ha gli aeneocolor oppure gli haplochromis.comunque, come ho scritto in precedenza io ho tre maschi e stò aspettando che arrivino le femmine dove li ho presi; mi sembra di capire che non è facile trovare femmine, è un peccato.


Ciao Enrico,
più che facile, è difficile trovare esemplari puri, come diceva il nostro caro e comune amico di hobby Marco, non è facile trovare esemplari con un patrimonio genetico ottimo, e spesso si trovano esemplari che provemgono da accoppiamenti consanguinei di molte generazioni, rendendo difficilissimo anche il riconoscimento delle femmine, che è già difficile di suo.
Rispondo subito alla tua domanda dicendoti che più che sapere come si chiama la mia creatura, quello che conta e che mi hanno insegnato qui, è la provenienza, i miei arrivano da Lago NAWAMPASA è un laghetto vicinissimo al lago vittoria praticamente tangente, comunque per avere tutti i dettagli potresti andare su questo link dovre vedrai il mio Haplochromis, e tutte le sue tipilogie scentifiche:
http://www.aiconline.it/Forum/topic.asp?TOPIC_ID=1238
calcola che gli Haplochromis obliquidens sono del tutto estinti, comunque il mio è un Haplochromis Rosso di coda e anche chiamato Astatotilapia.
Saluti:)

[u]Gioacchino Saporita</u>,

[u]L'acquario</u>: un'angolo di natura,brulicante di vita e in continuo movimento, esso ci permette di conoscere i segreti di un mondo meraviglioso e affascinante, chi ama la vita ama la natura,quindi se stessi...

`•.¸.•´
¸.•´¸.•´¨) ¸.•*¨)
(¸.•´ (¸.•´ .•´¸¸.•´¯`•-&gt;CiAo.

Marco Martellacci
03-10-2008, 10:13
Ciao Gioacchino.

I tuoi Haplochromis, Seehausen li identifica come H. "Thick skin" e li puoi vedere sul suo libro. Anche se simili, si differenziano dai Ch44 per la colorazione rossa più accentuata e per la conformazione dei denti. In commercio si è purtroppo fatta un po' di confusione, denominando tutti gli Haplos con i fianchi gialli, obliquidens, che sono una specie ben precisa oggi quasi estinta (a causa del Lates [}:)]).

Il fatto che i tuoi esemplari provengano dal lago Nawampassa è legato all'ampia distribuzione che questi pesci hanno nel loro areale e che gli ha consentito di sopravvivere....

Sono comunque diversi dagli æneocolor, oltre che nell'aspetto, anche nel comportamento.

cuchu
03-10-2008, 21:40
Citazione:Messaggio inserito da Marco Martellacci

Ciao Gioacchino.

I tuoi Haplochromis, Seehausen li identifica come H. "Thick skin" e li puoi vedere sul suo libro. Anche se simili, si differenziano dai Ch44 per la colorazione rossa più accentuata e per la conformazione dei denti. In commercio si è purtroppo fatta un po' di confusione, denominando tutti gli Haplos con i fianchi gialli, obliquidens, che sono una specie ben precisa oggi quasi estinta (a causa del Lates [}:)]).

Il fatto che i tuoi esemplari provengano dal lago Nawampassa è legato all'ampia distribuzione che questi pesci hanno nel loro areale e che gli ha consentito di sopravvivere....

Sono comunque diversi dagli æneocolor, oltre che nell'aspetto, anche nel comportamento.
sono perfettamente d'accordo.

cbianchi
11-10-2008, 09:21
x blacco72:nel corso delle varie riproduzioni hai notato se ph e temperatura hanno influenza sulla sex ratio?

perchè i messaggi degli untimi giorni non ci sono più? non li trovo!

Clelia Bianchi

gsaporita
22-10-2008, 08:46
Marco Martellacci ha scritto:

Ciao Gioacchino.

I tuoi Haplochromis, Seehausen li identifica come H. "Thick skin" e li puoi vedere sul suo libro. Anche se simili, si differenziano dai Ch44 per la colorazione rossa più accentuata e per la conformazione dei denti. In commercio si è purtroppo fatta un po' di confusione, denominando tutti gli Haplos con i fianchi gialli, obliquidens, che sono una specie ben precisa oggi quasi estinta (a causa del Lates [}:)]).

Il fatto che i tuoi esemplari provengano dal lago Nawampassa è legato all'ampia distribuzione che questi pesci hanno nel loro areale e che gli ha consentito di sopravvivere....

Sono comunque diversi dagli æneocolor, oltre che nell'aspetto, anche nel comportamento.


Concordo pienamente....sul comportamento ed altro.

Ciao

Marco Martellacci
10-11-2008, 21:13
A distanza di tempo dalle ultime notizie e dopo un anno di ospitalità mi ritrovo qui a parlare ancora di Astatotilapia, per mostrare i cambiamenti avvenuti ed alcuni caratteri morfologici che iniziano ad evidenziarsi.



Immagine:
http://www.ciclidi.info/public/allegati/Marco Martellacci/20081110204352_Masc dom ridim.JPG
95,8KB

Questo sulla destra è un maschio dominante, che si riproduce prevalentemente, pur alternandosi con un altro; quello di sinistra è un sottomesso: da notare la colorazione molto più chiara dei fianchi e la quasi totale assenza di gibbosità sulla fronte (pur essendo coetanei). Il dominante ha una colorazione molto scura rispetto ad altri maschi ed ho notato che ora inizia a formarsi un rigonfiamento sulla nuca. Tale gibbosità è presente negli altri due maschi dominanti, mentre nei più sottomessi è quasi assente. Anche la bocca ha iniziato ad ingrandirsi e le labbra si sono ispessite. Si iniziano ad intravedere i denti, piccolini e fittamente ripartiti su mascelle poderose che quando vengono spalancate nella lotta tra maschi sono veramente grandi, considerata la grandezza degli esemplari (circa 8 cm. TL per i maschi più grandi).

Qui è possibile vederlo con due femmine (che hanno appena mangiato)



Immagine:
http://www.ciclidi.info/public/allegati/Marco Martellacci/2008111020490_Primo piano.JPG
40,34KB

Questa femmina, di circa 4 cm. si è già riprodotta una volta. Da notare (anche nella foto successiva lo si può vedere) l'assenza di barre sul fianco e la colorazione mimetica tipica delle femmine di Haplos del Vittoria. Quando si nasconde tra le foglie di Echinodorus è veramente difficile notarla.

Immagine:
http://www.ciclidi.info/public/allegati/Marco Martellacci/20081110205341_Femminella.JPG
35,77KB

Immagine:
http://www.ciclidi.info/public/allegati/Marco Martellacci/20081110205646_Femmine rid.JPG
42,67KB

Le femmine di solito si imbrancano insieme ai maschi sottomessi, che non disdegnano di strizzar loro l'occhiolino, almeno fino a che il dominante non se ne accorge [:208]: dopodiché sono dolori.
L'alimentazione è prevalentemente a base di vegetale, integrato raramente con mysis surgelato o granulato proteico.

Alla prossima.

Ciao ciao a tutti ;)

Marco

exo 62
10-11-2008, 21:24
Bravo Marco bella storia , belle foto , bei pesci e fianlmente qualcosa di diverso.
Ma ora della fine quanti pesci tieni e in quanti litri ?? Mi sembra di capire che anche se hai diversi maschi le scaramucce sono mirate prevalemntemente a mantenere le gerarchie , a non siano più di tanto intense.

Marco Martellacci
11-11-2008, 09:07
Beh, ogni tanto qualche parata e scaramuccia ci sono, ma si limitano a qualche colpo di coda e qualche morso sul fianco neanche tanto convinto, ma, in ogni caso, per prevenire eventuali funghi sulle ferite qualche goccia di blu di metilene l'aggiungo ugualmente. Nulla a che vedere con le zuffe di altri personaggi ben più attaccabrighe [:89] che tu conosci bene ;)

Ora ho sei maschi e quattro femmine in 300 lt. Nei maschi si sono evidenziati quattro esemplari che hanno suddiviso il fondo della vasca in altrettanti territori e le scaramucce avvengono sul confine (per ora.....). Gli altri due maschi non hanno territorio e vagano nella parte alta della vasca, scacciati da tutti.

Posso dire a distanza di più di un anno che i pesci acquistati, appena colorati, si sono rivelati in tutta la loro bellezza [:17] e che allevarli è interessantissimo.

gsaporita
11-11-2008, 09:47
Marco Martellacci ha scritto:

Beh, ogni tanto qualche parata e scaramuccia ci sono, ma si limitano a qualche colpo di coda e qualche morso sul fianco neanche tanto convinto, ma, in ogni caso, per prevenire eventuali funghi sulle ferite qualche goccia di blu di metilene l'aggiungo ugualmente. Nulla a che vedere con le zuffe di altri personaggi ben più attaccabrighe [:89] che tu conosci bene ;)

Ora ho sei maschi e quattro femmine in 300 lt. Nei maschi si sono evidenziati quattro esemplari che hanno suddiviso il fondo della vasca in altrettanti territori e le scaramucce avvengono sul confine (per ora.....). Gli altri due maschi non hanno territorio e vagano nella parte alta della vasca, scacciati da tutti.

Posso dire a distanza di più di un anno che i pesci acquistati, appena colorati, si sono rivelati in tutta la loro bellezza [:17] e che allevarli è interessantissimo.




Ciao Marco, i tuoi esemplare di Astatotilapia sono splendidi e meravigliosi, noto una livrea più colorata e più accesa...ma non vorrei metter paura a nessuno, come dicevo nelle discussioni precedenti la persona che a me ha consegnato l'Astatotilapia (un maschio e due femmine) non è riuscito a tenere due maschi in 400 litri....(vorrei ricordare che egli è una persona con esperienza trentennale) e anche se i tuoi sono leggermente meno aggressivi provengono dalla stessa famiglia, scusa questa puntualizzazione, ma credo che sia oppurtuno che tu cominciassi a fare una tua scelta ben ponderata sul maschio da tenere in vasca....
Un saluto affettuoso..:)

Marco Martellacci
11-11-2008, 11:13
Credo non sia corretto accumunare tutte le Astatotilapia. I Thick skin hanno una aggressività intraspecifica molto maggiore delle æneocolor. Certamente tra un po' dovrò sfoltire un paio di maschi, forse tre, ma il fatto che ce ne siano parecchi evita che uno di loro divenga preponderante e tenti di accaparrarsi tutti i territori e conseguentemente tutte le femmine. Così l'aggressività è suddivisa tra più esemplari e gli attacchi non sono mai portati all'esasperazione.
Un po' come facevano i romani "Dividi et impera". [:60]

gsaporita
11-11-2008, 11:42
Marco Martellacci ha scritto:
Un po' come facevano i romani "Dividi et impera". [:60]


Marco sei fortissimooo...:D:D:D

daniela
11-11-2008, 11:57
Io ho 7 maschi[:14] ed 1 probabile (la speranza è l'ultima a morire) femmina in una vasca lunga e stretta di circa 350 litri, le scaramucce sono tante ma non si arriva mai al contatto diretto, direi che questa specie è la meno aggressiva di quelle del Vittoria che ho allevato

gflacco
17-11-2008, 20:09
anche io mi ritrovo con più m che f (7-3) ....qualche maschio...è passato per femmina!!
cmq in 300l non ho mai assistito a lotte cruente, solitamente si risolve il tutto con delle parate di minaccia!

non riesco a prendere la femmina con i piccoli in bocca! suggerimenti!

Marco Martellacci
17-11-2008, 20:59
Eh, pescare le femmine che incubano..... che incubo[:41]

Personalmente adotto questo sistema:
1) appena la femmina si riproduce scrivo la data sul vetro frontale della vasca con pennarello indelebile
2) se la femmina non è primipara e non viene disturbata dai maschi, dopo 18 gg. a 25 ° i piccoli dovrebbero essere pronti per il rilascio
3) oscuro la vasca dal pomeriggio, spengendo la luce ed eventualmente coprendola
4) in tarda serata, intorno la mezzanotte per intenderci [:228] tolgo il coperchio e mantenendo la vasca al buio pesco la femmina addormentata e rallentata nei movimenti. Non hai moltissimo tempo, perché le femmina viene "svegliata" dalla luce che sei costretto ad utilizzare per vederci.

I piccoli li puoi conservare a parte in una vasca di accrescimento. All'occorrenza, per i primi giorni puoi usare una normale sala parto in retina che avrai ben schermato per evitare che gli adulti da fuori cerchino di succhiare i piccoli, evento che avviene puntualmente i primi giorni, quando gli avannotti sono ancora un po' ingenui e si avvicinano alla rete.

Ti consiglio, una volta cresciuti, di tenerti qualche femmina in più, così da rimpinguare il tuo gruppo, a cui più in là sarai costretto a togliere qualche maschio sottomesso, per evitargli una brutta fine.

Ciao ciao

Marco

gflacco
18-11-2008, 10:23
l'intendo è proprio quello di accrescere un pò di femmine!
a tal proposito avete notato se il ph e la temperatura ha influenze sulla sex-ratio? in tal caso potrei "barare" per avere più femmine :D

Marco Martellacci
18-11-2008, 11:59
Da quando ho avuto le prime deposizioni ho diminuito sensibilmente il Ph e la durezza dell'acqua effettuando cambi con acqua ad osmosi parzialmente stemperata con quella di rubinetto che qui a Roma è parecchio dura, ma i risultati alla resa dei conti sono sempre gli stessi: poche femmine e tanti maschi. Ho però notato che, in fase di accrescimento, dopo i purtroppo normali decessi fisiologici, rimangono più maschi.....
Non posso valutare su esemplari di circa 1 cm. a quale sesso appartengano, ma qualora fossero percentualmente più le femmine a morire in questa fase, potremmo ipotizzare una maggiore debolezza delle stesse in fase di accrescimento. Tra gli esemplari adulti deceduti, in effetti, ho avuto la perdita di diverse femmine, però mi sembra strano che la natura non protegga gli esemplari che perpetuano la specie, facilitando i maschi. E' questo un tema che mi lascia pensare da un po' di tempo: vorrei qualche lume da chi ha allevato altre specie del Vittoria che non siano Astatotilapia. In passato, con i Ch44, i "Flameback",ei Nyererey ed i "Red Uganda" non ho avuto di questi problemi, ma c'è sempre una prima volta.......

gflacco
19-11-2008, 15:57
Ho una domanda forse fuori luogo ma..non sò in che sezione farla.
Percui..la faccio qui:
In acquario mi si sono formate un pò di alghe..
Il prodotto che ho vinto alla lotteria il..Nano-tech algae control tablet..che probabilmente avrà ache qualcuno di voi..può fare al caso mio?
in acquario ho molte piante: Anubias,sagittaria,echinodorus ozelot,criptocorine,egeria densa,hygrophila polysperma, cabomba caroliniana e un alternhantera rosaefolia..penso di aver concluso.. mi conviene usarla o faccio danni?
avete qualche rimedio meno invasivo?

Per completezza aggiungo un pò di dati per permettervi di aiutarmi:I miei valori in vasca sono :

Ph 7,2
Gh 6
Kh 6
N02 0
No3 5 Mg/l
Po4 0,4 Mg/l

la vasca è di 300l, ho 4 lampade t5 da 39 watt da 4000/6500/7000/10000 k°
ho un impianto di CO2 e fertilizzo con 10ml a settimana di un fertilizzante (PMDD) fatto seguendo le indicazioni di Suiler(un post su Acquaportal):
80g di Magnesio Solfato
40g di Potassio Solfato
20ml di ferro chelato per acquari
1 SOLA bustina di "Compo sempreverde"
1 litro di acqua da osmosi.

Fotoperiodo:
le 2 t5 da 6500K dalle 12:30 1lle 21:00
la t5 da 4500 e quella da 10000K dalle 12:45 alle 20:45
Una volta cambiata la luce farò partire prima le 4000 e poi le 6500k.

cosa suggerite di fare?
Nel frattempo ho inserito 3 neritine e oggi cambierò la lampada da 10000k per una Osram 840 da 4000K°
non so se però è tutta colpa della luce,voi che dite?
da poco ho raddoppiato il parco luci, può essere che le piante non ancora si abituano all'aumento?

se occorrono altri dati chiedete pure.
Grazie!

gflacco
26-11-2008, 09:36
Seguendo il consiglio di Marco Martellacci (che ringrazio) sono riuscito a pescare la femmina, l'ho messa in un acquarietto di 30l da sola, speriamo che sforni qualche femminuccia[:p].

daniela
26-11-2008, 12:32
Anche la mia unica femmina sta incubando, effettivamente pescarla è stata un'impresa perchè sguscia da tutte le parti, poi è talmente piccola che ho paura a farle lasciare i piccoli, spero nella natura!

gsaporita
26-11-2008, 12:45
Io invece non ho le femmine che stanno incubando...PURTROPPO:(....ma il maschio da una settimana circa, mi sta distruggendo tutto il fondo della vasca.[}:)].è successo per caso anche a voi...prima che le femmine incubassero..????

Ciao
Gioacchino.

P.S.
Vorrei inviare un link dove penso ci sia tutto o quasi tutto, sulle creature del Vittoria...è molto interessante..vorrei sapere se posso scriverlo qui.

daniela
26-11-2008, 12:50
Distruggendo in che senso? Scava? Mi sembra di ricordare che abbiamo due specie diverse, quindi anche i comportamenti non si possono paragonare, comunque da me nessuno ha mai scavato.

gsaporita
26-11-2008, 12:55
daniela ha scritto:

Distruggendo in che senso? Scava? Mi sembra di ricordare che abbiamo due specie diverse, quindi anche i comportamenti non si possono paragonare, comunque da me nessuno ha mai scavato.


Si abbiamo due specie diverse...la mie è un pò più irruenta, io ho l'Astatotilapia sp. "thick skin", così mi ha confermato Marco..ed io lo tengo per buono...vista la sua esperienza....il maschio mi sta facendo dei dossi altissimi...e delle buce altrettanto profonde...
Ciao Giioacchino

Marco Martellacci
27-11-2008, 09:22
Un paio di miei maschi, per adattare il loro territorio hanno scavato, specialmente sotto o in prossimità di piante. Poiché ho la sabbia fine, per loro è un gioco da ragazzi farlo, però vedo che mantengono attive le buche scavate, segno che divengono una caratteristica del loro territorio. Per l'irruenza, questa diviene una caratteristica che aumenta con l'età dei soggetti, fino a stabilizzarsi: per questo quasi sempre si arriva ad allevare un paio di maschi e parecchie femmine.

gflacco
27-11-2008, 10:00
anche i miei tre maschi "dominanti" anno fatto delle buche, ho ricoperto quelle vicine al vetro anteriore, le hanno rifatte in posizioni più consone e...ho lasciato fare.
Ma...mi devo liberare degli altri maschi poichè tempo fa quando tutte e tre le femmine erano col "pancione" anche un quarto maschio si era messo in testa di far la sua buca, appena ha trovato u angoletto(davanti poichè dietro risiedono gli altri maschi)si è messo a scavare...
Sto giovanotto fresco fresco si voleva piazzare davanti[8D],
poichè non aveva la concessione edilizia, gli è stata rimossa la tana abusiva.

Marco Martellacci
27-11-2008, 12:52
Io ho fatto un condono edilizio per i miei: li lascio fare le loro buche, purché non facciano danni alle piante e le rocce non gli cadano in testa[:26] Se poi tra uno scavo e l'altro qualche femmina si avvicina [:145] buon per loro

Aluz
07-12-2008, 09:26
molto belli questi ciclidi. per allevare un trio da quanti litri si potrebbe partire?

Marco Martellacci
07-12-2008, 19:06
Ciao Ale! Beh, credo che si possa partire da almeno 180/200 lt. per un trio adulto. Se lo arredi bene potresti scendere intorno i 120-150 lt., specialmente se la vasca è bassa ed il volume è sviluppato sulla superficie del fondo. Meno non credo proprio. Ne andrebbe della salute delle femmine.
Se hai una vasca più grande ti consiglio un piccolo gruppo di giovani. E' bellissimo vederli crescere.

Ciao ciao.

Marco

Aluz
07-12-2008, 19:24
ho una vasca 80x35x45 arredata con pietre e al momento vuota. per arredata bene cosa intendi? grazie

Marco Martellacci
09-12-2008, 08:42
I miei pesci non si rifugiano nelle tane, se non nei momenti di maggior paura (quando cerco, di notte, di pescare una femmina con i piccoli per intenderci), quindi una parete rocciosa non è indispensabile. Puoi allevarli arredando con piante e un paio di legni, quel tanto che sia sufficiente per creare dei diversi territori per i maschi, e foglie sotto/dietro/sopra le quali le femmine trovano rifugio dagli assalti dei maschi più intraprendenti o quando stanno incubando.
Con quella vasca puoi tenere un maschio e tre/quattro femmine (a trovarle [:25]) adulti, sei-sette giovani che però successivamente devi "sfoltire" per arrivare al trio. Importante è mantenere l'arredamento quando si sono formati i territori, così da non rimettere tutto in discussione.
Buona giornata.

Ciao ciao. Marco

Aluz
09-12-2008, 08:53
ah capito! qui ho letto che scavano quindi forse è meglio mettere piante che posso ancorare a tronchi e sassi? il fondo di sabbia va bene? saresti così gentile da farmi una foto panoramica della tua vasca giusto per ispirarmi?
grazie mille;)

gflacco
07-01-2009, 16:20
io ho messo un mare di piante,
L'importante e dargli delle zone vicino a pietre,radici(qui puoi mettere microsoriom,anubias ecc.) dove si sentano al riparo(magari in un angolo) ma abastanza accessibile e visibile dalla zona di nuoto(solitamente qui staranno le femmine pronte che i maschietti cercheranno di rimorchiare e portare nella loro tana) che presumibilmente sarà quella centrale.
Al centro puoi mettere anche delle piante a stelo come hygrophila polisperma ecc. poichè non faranno buche lì.

sgò
13-02-2009, 12:07
qui come in altri forum italiani si considerano le aeneocolor come strettamente erbivore, vedendo siti stranieri ho visto che la considerano insettivora.......come mai questa diversità? bella domanda è?!?!?:D

daniela
13-02-2009, 18:59
Non saprei il perchè, diciamo che non è strettamente erbivora ma si nutre anche di detriti vegetali in cui si mescolano anche larve di invertebrati vari

pike_cichlids
13-02-2009, 19:08
sgò ha scritto:

qui come in altri forum italiani si considerano le aeneocolor come strettamente erbivore, vedendo siti stranieri ho visto che la considerano insettivora.......come mai questa diversità? bella domanda è?!?!?:D


Non conosco la lunghezza dell'intestino ma i denti hanno forme adatte a mangiare sia vegetali che larve d'insetto. Comunque per sicurezza vai su fishbase nella scheda del pesce: diet o food items e vedi cosa trovano quando gli tagliano la panza.

Ciao Enrico

Marco Martellacci
13-02-2009, 19:16
Nella "panza" trovano principalmente materiale vegetale. Spesso li ho visti nutrirsi strappando parti di foglie (Echinodorus) già parzialmente rovinate, per non parlare di come brucano le alghe dalla superficie delle rocce. Certamente si cibano anche di animali, ma ho notato che se gli viene somministrato mangime particolarmente ricco di proteine, le feci sono meno compatte. L'autorevole sito http://www.haplochromis.org/default.asp

li descrive come detrivori/fitoplantivori e posso dire che finché mangiano principalmente vegetale le cose vanno tutte bene.

sgò
13-02-2009, 19:32
mi è sorto il dubbio e siccome ho riscontrato lo stesso "disaccordo" sugli steatocranus casuarius (che allevo) volevo cercare di capire come mai.......dunque un'ipotetica convivenza con aulonocara dal punto di vista alimentare la sconsiglieresti? (tralasciando ovviamente il discorso biotopo........)

Marco Martellacci
14-02-2009, 08:40
Il problema dell'alimentazione credo che sia soltanto uno delle differenze tra Aulonocara ed Astatotilapia. Credo siano più importanti i valori chimici (durezza e Ph), che sono molto diversi. Le Astatotilapia io le ho sempre tenute con una conduttività al disotto dei 300 Ms, mentre allevo Lethrinops "Mbasi" ed Aulonocara koningsi con acqua di rubinetto, che qui a Roma supera i 500 Ms.
Personalmente non amo allevare insieme specie di così diversa provenienza, ma mi rendo conto che è una cosa mia (e di parecchi altri che io sappia ;)) e non una legge, quindi se vuoi allevarli insieme, al limite cerca di trovare un equilibrio tra le diverse necessità.

Marco Martellacci
14-02-2009, 08:40
Il problema dell'alimentazione credo che sia soltanto uno delle differenze tra Aulonocara ed Astatotilapia. Credo siano più importanti i valori chimici (durezza e Ph), che sono molto diversi. Le Astatotilapia io le ho sempre tenute con una conduttività al disotto dei 300 Ms, mentre allevo Lethrinops "Mbasi" ed Aulonocara koningsi con acqua di rubinetto, che qui a Roma supera i 500 Ms.
Personalmente non amo allevare insieme specie di così diversa provenienza, ma mi rendo conto che è una cosa mia (e di parecchi altri che io sappia ;)) e non una legge, quindi se vuoi allevarli insieme, al limite cerca di trovare un equilibrio tra le diverse necessità.

sgò
14-02-2009, 10:03
non credo prorpio che li alleverò insieme..era giusto per curiosità se li prendo credo che li terro con gli steatocranus casuarius , che alimento principalmente a vegetali, ma devo prima vedere se "allargare" l'attuale l'acquario......

sgò
14-02-2009, 10:03
non credo prorpio che li alleverò insieme..era giusto per curiosità se li prendo credo che li terro con gli steatocranus casuarius , che alimento principalmente a vegetali, ma devo prima vedere se "allargare" l'attuale l'acquario......

sgò
02-05-2009, 10:47
ci siamo stanno per arrivare un gruppetto di giovani che metterò nel 180 litri con gli steatocranus, che parametri di ph e gh deve avere l'acqua per le aeneocolor? io ho ph di 7 e un gh 14 andrebbe bene?

daniela
02-05-2009, 11:35
Forse il ph è un po' bassino. Io li ho sempre tenuti con valori più alti, non inferiori al 7.8.

Marco Martellacci
02-05-2009, 12:19
Non per contraddire la Signora (sia mai...[:0]) ma io li tenevo in un'acqua simile alla tua e stavano bene. Comunque hanno un'ottima capacità di adattamento e poi bisogna vedere da dove vengono: se sono stati allevati in acqua tenera o dura. Quanti e di che taglia sono i nuovi arrivati?

sgò
02-05-2009, 12:36
sono di gflacco quindi se interviene può dirci come li tiene:D sono 7 piccoli sui 2-3 cm speriamo che ci prende sui m e f....:D

daniela
02-05-2009, 14:31
Diciamo che essendo allevati in cattività da generazioni sono adattabili, questo non vuol dire che si debba esagerare. I valori delle zone d'origine sono pH 7.4/8.6 GH 8/12.

gflacco
13-05-2009, 17:29
Io li ho insieme a degli Anomalochromis Thomasi e...di conseguenza in acqua più tenera....ph intorno a 7 kh6 gh7.
E...si riproducono in continuazione, tanto che ormai non li pesco più...
I piccoli in assenza di maschi adulti stanno già mettendo colore e una piccola femmina gira già con le uova in bocca:D

gflacco
13-05-2009, 17:35
xsgrò...ormai i 2cm...li han passati....i più grandicelli saranno..sui4cm..
ps:sulle taglie non ci becco tanto, non stanno mai fermi...sul sesso...spero di essere più bravo:), poi mi dirai....

daniela
13-05-2009, 20:10
Hai notato malformazioni nei piccoli?

gflacco
14-05-2009, 08:59
Daniela..non mi fare preoccupare[V]
comunque no, ormai...i più grandi son cresciutelli e non hanno nulla di strano.
Ho abbassato il ph per andare incontro alle esigenze dei Thomasi perchè vedevo che le Astatotilapie stavano benone.

daniela
14-05-2009, 09:20
Non volevo dire che modificando i valori avresti avuto problemi, scusa![:I]. Però io ho notato una percentuale di soggetti con malformazioni alla bocca o livrea strana soprattutto tra i figli di femmine che hanno inziato a riprodursi prestissimo. Mi sembra che problemi simili li avesse riscontrati anche Marco e quindi ero curiosa di sapere da te come va.
Tra l'altro perchè non ci racconti qualcosa degli Anomalochromis che sembrano spariti dalle vasche degli appassionati?

sgò
14-05-2009, 11:36
xsgrò... sgrò era un giocatore dell'atalanta io sarei sgò:D apparte gli scherzi anche io li inserirei con i thomasi dici che devo abbassare il ph e durezza l'altro ieri i thomasi mi hanno deposto su un sasso e dopo due giorni non c'era più un uovo nonostante all'accensione c'erano tutti la sera nulla quindi escluderei predazioni, dici che è per il ph,durezza? ps stiamo svaccando il topic chiedo scusa in anticipo

daniela
14-05-2009, 12:18
magari è meglio aprirne uno per i thomasi?

gflacco
14-05-2009, 13:07
beh..in tal caso non saprei..i piccoli che ho in vasca sono figli di femmine adulte, i piccoli delle femmine giovani...non ancora vengono alla luce...speriamo bene:(

Ho messo dei piccoli in una vasca dell'AAA(Associaizone Acquariofili Abruzzese..di cui faccio parte) e lì li teniamo..in acqua di rubinetto...ph 7,8 kh e gh..10/12..circa e..i fratelli che ho a casa...so più colorati è vispi..
forse però...ciò è dovuto alla maggior cura e al cibò...

Comunque..io sono vincolato a quei valori per i thomasi(mi han suggerito di render l'acqua più tenera per favorirli)e..per le piante(co2).
in effetti il mio acquario e..più adatto ai thomasi che alle Astatotilapie...eppure queste ultime..si sono adattate meglio all'ambiente..[?]
..in effetti Sgrò era un centrocampista dell'Atalanta...e...mi sa che non è la prima volta che commetto questo errore...scusa[8)]

sgò
14-05-2009, 16:44
ce l'avevo sempre a fantacalcio:D bè allora vediamo come si adattano le aeneocolor nel mio acquario visto che ho acqua di rubinetto......

pike_cichlids
21-05-2009, 09:24
sgò ha scritto:

bè allora vediamo come si adattano le aeneocolor nel mio acquario visto che ho acqua di rubinetto......


Credo bene se hai acqua dura perche' spaziano molto come conduttivita' e soprattuto rapporto Ca Mg che puo' essere anche invertito tipo lago tanganica. In generale comunque le aeneocolor si adattano meglio a qualsiasi acqua mentre i thomasi preferiscono valori piu' bassi. Anche se da me i thomasi riproducevano tranquillamente (con schiusa totale) in acqua di rubinetto (pH 7.2 cond. 280) e' sempre meglio tenerli a valori piu' "occidentali". Le aeneocolor invece vivono a valori molto alti. I laghi ugandesi in generale hanno valori spesso intorno a 9 e anche di piu'. Sia che si tratti dei laghi della rift valley (come e' il caso delle aeneocolor), sia i laghi di cratere vulcanico (alcune volte addirittura salati), sia i laghi "recenti" come il lago vittoria e quelli del complesso kyoga.
Comunque dopodomani parto per l'uganda e questi laghi me li giro tutti, sperando di vedere fra i tanti ciclidi pure le aeneocolor. Invece mi sa che sul vittoria piu' che perca non vedro'.

Ciao Enrico

Miles
21-05-2009, 14:40
Ciao Enrico, lo dici così!!!, "domani parto per l'Uganda"

Dacci qualche info in più, che giro fai?

Ciao
Miles

pike_cichlids
21-05-2009, 15:25
Miles ha scritto:

Ciao Enrico, lo dici così!!!, "domani parto per l'Uganda"
Dacci qualche info in più, che giro fai?


Il sud africa e' saltato perche' mio figlio deve fare uno stage in comune con la scuola per cui lavora anche a luglio. Io devo anticipare le ferie perche' hanno cambiato il programma per cui vado da solo. Ho scelto uganda perche' ho trovato un volo per entebbe a prezzo molto basso e poi vuoi mettere atterrare proprio sulla sponda del lago vittoria? :D:D:D
Vorrei fare jinja,nilo, lago kyoga, murchinson falls, lago alberto, lago edward/george (con kazinga channel) e qualche lago di cratere tipo mutanda e bunyonyi. Poi ritorno sul lago vittoria e vado sulle isole ssese.
Purtroppo saltero' sicuramente il ruwenzori (non ho piu' il fisico per salire) e anche i gorilla li lascio a quando i miei figli saranno piu' grandi.

Ciao Enrico

exo 62
21-05-2009, 15:55
Enrichino ...Tutte buone le scuse per andare via senza moglie!!

Bon vojage ..aspettiamo relazioni documentate.
Spero ti sia comprato un attrezzatura fotogreafica subaquea , perche vorrei tanto vedere delle foto ..Underwater.

Cichlid dream
Fabio

pike_cichlids
21-05-2009, 16:25
exo 62 ha scritto:

Enrichino ...Tutte buone le scuse per andare via senza moglie!!


Beh..., non e' certo il paese ideale per le avventure extraconiugali. Considerando tutte le malattie che ci sono, febbre di marburg ed ebola in primis. Poi lei e' appena tornata da marsa alam e deve fare il suo turno di dog-sitter. :D:D:D
La videocamera non l'ho ancora presa ma spero di prenderla prima di uruguay 2010 (febbraio). In fondo gli africani underwater ci sono su tutti i siti mentre i gymno underwater sarebbero una novita'. :D

Ciao Enrico

livleo
21-05-2009, 16:41
AHhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh.
Ho un attacco nervoso!
;););););););););););););)




pike_cichlids ha scritto:
Comunque dopodomani parto per l'uganda e questi laghi me li giro tutti, sperando di vedere fra i tanti ciclidi pure le aeneocolor. Invece mi sa che sul vittoria piu' che perca non vedro'.
Ciao Enrico